,

Anche le lamentele attraggono…..

Quando parlo di lamentela parlo di qualunque cosa, perché noi ci lamentiamo in continuazione.

Ci lamentiamo se piove, se fa troppo caldo, se c’è traffico, se non troviamo parcheggio, se c’è troppo da lavorare, se non troviamo lavoro, se la paga è insufficiente.

Ci lamentiamo dei colleghi, del capo, dei dipendenti, del partner, di nostro figlio, dei nostri genitori, degli extracomunitari, dei razzisti, di quelli che arrivano in ritardo, di quelli che sono troppo precisi, del commesso che ci ha trattato male, del meccanico che ci ha rubato dei soldi.

Ci lamentiamo dei governi che nascondono le verità, del nuovo ordine mondiale, degli alieni, del sistema sanitario corrotto, dei banchieri.

Questa è la nostra vita: una lamentela continua che ci costringe ad attirare vibratoriamente proprio quelle situazioni che ci danno più fastidio, in quanto nel mettere l’attenzione su di esse forniamo loro ulteriore energia, materializzandole nella nostra vita.

Noi siamo dolori che vagano in cerca di una causa.

Viviamo in uno stato di perpetua insoddisfazione interiore e come conseguenza trascorriamo la vita attribuendo a cause esterne la nostra insoddisfazione, attraverso l’uso costante della lamentela.

Se volete cambiare radicalmente la vostra vita, alzatevi una mattina e dite: “Oggi non voglio lamentarmi di nulla”.

Ci riuscirete? No.

Ma riuscirete a vedere che vi lamentate in continuazione.

Riprovate il giorno dopo… e quello dopo… e quello dopo ancora.

Per mesi. Per anni, se necessario.

I risultati sono impagabili, tutta la vostra vita verrà trasformata: il lavoro, il denaro, l’amore di coppia, il rapporto con i figli.

Salvatore Brizzi

via Fattore Umano

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

E’ possibile archiviare‬ i dati nel ‪‎DNA‬ per oltre un milione di anni.

La pancia – Il Secondo Cervello, sente, agisce e ricorda più della testa