Gli spiriti guida in forma animale, così come altri spiriti guida, sono abitanti di realtà non ordinarie e possiamo contattarli attraverso meditazioni, viaggi sciamanici, sogni o visioni per richiedere la loro guida, la guarigione o protezione.

Gli animali di potere sono capaci di instaurare un rapporto unico e personalissimo che si sviluppa con ognuno di noi.

A differenza di altri spiriti guida, gli animali di potere (con l’eccezione degli animali mitici), possono anche apparire in forma fisica nella realtà ordinaria. Quando il potere dell’animale fa parte di un aspetto nella realtà ordinaria, può essere un presagio o un segno a seconda del contesto, della frequenza della sua comparsa e del comportamento dell’animale.

Si può o non può essere a conoscenza di quale sia il nostro animale totem. In caso contrario, è possibile scoprirlo. Per iniziare, consigliamo di lavorare con uno solo di loro, così da  arrivare a conoscerlo più intimamente.

Chi sono gli animali totem?

L’animale totem è un’entità naturale o soprannaturale che possiede un significato simbolico molto particolare che si distigue da ogni individuo, un clan o una tribù, al quale ci si sente legati e appertenenti per tutta la vita. Il termine deriva dalla parola ‘ototeman’, usata dai nativi americani Ojibway.

Quasi tutte le culture sciamaniche credono negli animali come alleati o aiutanti. Talvolta gli animali diventano protettori e guide per lo sciamano, sia nel regno fisico, sia durante il viaggio nei mondi sottili. Essi ci visitano da lunghissimo tempo durante i sogni.

I Celti credevano negli animali come alleati, ed attribuivano ai loro clan intime associazioni con specifici animali. Ogni gruppo etnico si identificava con un animale ed ogni componente del gruppo non solo pensava di discendere da un determinato animale (il totem), ma credeva anche di potersi appropriare, con iniziazioni particolari, delle qualità di questo animale.

In realtà non siamo noi a scegliere il nostro animale di potere – la scelta avviene reciprocamente.  Per tutta la vita si può avere anche avuto una serie di animali preferiti (compresi gli animali totem) come spiriti guida, ma è del tutto possibile che nessuno di loro sia stato il tuo animale di potere. E una volta che uno spirito animale appare nella nostra vita come un animale di potere, siamo noi ad accettarte quel ruolo. In un certo senso, si effettua un consapevole “accordo animico” con il nostro animale di potere, che è reciprocamente vantaggioso.

Il tuo spirito animale troverà grande gioia nel lavorare con te e sperimentare la realtà ordinaria attraverso i sensi fisici; se riusciamo ad ottenere la guida di uno spirito animale, esso ci guiderà, ci consiglierà e ci guarirà.

E’ molto importante trattare queste relazioni con il massimo rispetto, piuttosto che casualmente o superficialmente, altrimenti si rischia di diminuire la potenza che si riceve da loro.

L’alleanza che si forma con il tuo potere animale non è casuale o accidentale – ci si sceglie l’un l’altro grazie a delle caratteristiche della propria personalità. Potresti essere a conoscenza di queste caratteristiche, oppure esse potrebbero essere nascoste o oscurate dal tuo sé cosciente, rimanendo nascoste all’ombra della tua personalità. Se questi tratti sono stati soppressi, troverai che essi diventeranno sempre più una parte della tua auto-espressione, man mano che svilupperai il rapporto con il tuo animale di potere.

E ‘anche importante prendersi cura di questo rapporto, proprio come si farebbe con qualsiasi amicizia significativa.Il tuo animale di potere è quello che guarda fuori da te e ti aiuterà in molti modi – in cambio di sperimentare la vita come un essere umano attraverso di te. Ci sono alcune cose che puoi fare, come ad esempio onorare la tua alimentazione e non cibarti più di animali. Questa importante scelta vi aiuterà a coltivare il vostro rapporto con lui.

La linea di fondo è: Il tuo spirito guida animale ti dà il potere, mentre ti mostra la sua gratitudine e affetto. Si tratta di uno scambio equo e ragionevole.

Prendi nota degli animali che sogni

Gli animali di potere spesso appaiono di notte nei sogni, quando la mente riposa e il subconscio è all’opera. Se tendenzialmente rimuovi o dimentichi i sogni, cerca di prestare loro più attenzione. Prendi nota degli animali che incontri.
Delle volte l’apparizione di un animale spirituale non è inequivocabile. Potresti sognare un animale in un dipinto sul muro o mentre parli con un personaggio del tuo sogno, quest’ultimo ti menziona un particolare animale. Sono importanti tutti i riferimenti agli animali.
Trascriviti su un quaderno i sogni e presta attenzione a quelli ripetitivi. Quali sono i messaggi che sembrano comunicarti gli animali? Mantieni la mente aperta e prova a interpretarli.

Informati sul tuo animale di potere

Una volta che avrai identificato il tuo animale, impara tutto il possibile su di lui. Di cosa si ciba? Dove vive? Informati sulla sua storia, sui suoi comportamenti e su come viene raffigurato. Che cosa rappresenta per te questo animale?
La saggezza di un animale viene chiamata ‘medicina’ o ‘potere’. Questa medicina può essere utilizzata per trarne beneficio nei momenti di bisogno. Ad esempio, il potere di un falco potrebbe consistere nella sua abilità di vedere chiaramente quando gli altri non riescono a farlo.
Se possibile, passa del tempo vicino all’habitat del tuo animale. Non creare disturbo, ma prova ad imparare come vive l’animale allo stato selvaggio.

Collegamento con il mondo degli spiriti

Prima di iniziare la tua ricerca per riconoscere il tuo animale di potere è utile conoscere alcuni modi per rendere una connessione cosciente con il mondo degli spiriti. Sono tre le componenti importanti si apriranno fino ad una esperienza spirituale:

1. Respiro

Come ogni studente di meditazione vi dirà, il respiro consapevole aiuta a rilassarsi. Inoltre, consente di tornare più rapidamente ad uno stato di rilassamento e fluidità quando siamo stressati. Essere rilassati fornisce la base essenziale per un lavoro spirituale di qualsiasi tipo e apre la strada per il contatto con la realtà non ordinaria. Per respirare consapevolmente, espira completamente, poi inspira lentamente e dentro di te ripeti: “Io sono …” espira lentamente, inspira “… rilassato.” Ripetere questo esercizio un paio di volte, permettendo al respiro per trovare un ritmo confortevole e costante. In silenzio ripetendo queste parole, coordinate aiuta a focalizzare la tua attenzione su di esso.

2. Lanciare una chiara intenzione

Quando si esegue qualsiasi tipo di lavoro spirituale, è importante identificare e definire quella che è la tua intenzione. Il tuo intento durante la meditazione, per esempio, può essere semplicemente quello di seguire il respiro con molta attenzione, di concentrarsi su un mantra e notare solo ciò che traspare dalla tua esperienza. Una volta identificata la vostra intenzione, sei pronto per il passo successivo.

3. Attenzione ricettiva.

Una volta che sei rilassato e hai la tua intenzione chiara in mente, allora è solo una questione di mantenere un atteggiamento di attenzione ricettiva. In genere questo è il risultato di un cambiamento in uno stato alterato di coscienza, uno stato di trance da lieve a moderato, in cui si è paradossalmente vigili e rilassati allo stesso tempo. Questo stato può essere raggiunto attraverso una varietà di mezzi, come ad esempio: la meditazione, la danza, il canto, le percussioni, facendole vibrare o semplicemente stando seduti in silenzio. Queste sono tutte antiche tecniche per indurre uno stato alterato di coscienza che è utile per trovare e lavorare con il tuo animale di potere.

Ecco una tecnica sciamanica per scoprire quali sono i tuoi animali di potere

Mettiti comodo, seduto su una sedia a schienale diritto oppure sdraiato.
Chiudi gli occhi e dedicati all’esercizio di rilassamento che ti abbiamo spiegato in precedenza. Ripeti l’esercizio continuandolo finché il tuo corpo e la tua mente non siano completamente rilassiti e in pace.
A questo punto visualizza proprio di fronte a te una grotta o un’ apertura similare posizionata nella terra. Puo’ anche essere il tronco cavo di un albero, una buca, o un pozzo. Dai a questa immagine il tempo di divenire nitida e stabile, quindi vai avanti verso di essa, fino ad entrarvi dentro.
Non provare a vederti dall’esterno, come se stessi osservando un attore di un film, ma al contrario cerca di essere davvero dentro la scena, guarda con i tuoi occhi e cammina prestando attenzione a sentire l’ambiente che ti crconda.
Una volta che sai entrato dentro la grotta, ti verrà incontro una guida, che potrebbe assumere una tra svariate forme. Femminile o mascile che sia, potrà  essere percepita come una luce splendente, che si muove o sotto le spoglie di un vecchio con la barba grigia oppure di un animale. Nel caso in cui la guida assumesse la forma animale, puoi star certo che non si tratta del tuo ‘ausiliario’ animale, ma di un compagno che ti condurrà nel mondo interiore.
Nelle profondità della grotta o dell’apertura, c’è una galleria che arriva fino alle viscere della terra.
La guida allora ti accompagnerà dentro di essa. Mentre la percorrerai è possibile che avrai una sensazione di rapida accelerazione. Non allontanarti: è naturale e normale.
Alla conclusione uscirai con la tua guida in un paesaggio interiore. A questo punto puoi concederti il tempo di guardarti attorno. Di che genere di paesaggio hai davanti hai tuoi occhi?
Ci sono alberi, montagne, fiumi, laghi? E’ notte o giorno? Fa freddo oppure caldo? C’è del vento o l’aria è immobile? Quando ti sentirai ‘a casa’, quello sarà il momento di procedere con l’esplorazione.
La guida attenderà il tuo ritorno. Il tuo fine consiste nel cercare un animale (o anche più di uno) nel paesaggio dove ti trovi.  Prendi nota di tutto cio’ che vedi, e non sottovalutare nulla di quello di cui hai la visuale. Molte persone preferirebbero vedere un magnifico lupo, un orso, una pantera come animale di potere, molto probabilmente senza rendersi conto che uno dei più potenti animali nella tradizione americana indigena è il topo
Nello sciamanesimo classico, dovremmo vedere il nostro ausiliario animale da tre angolazioni distinte, ma puoi anche fidarti dell’istinto per individuare l’animale che ti è maggiormente appropriato.
Ovviamente, dovrai evitare tutti gli animali che ti mostrino zanne scoperte: non agiranno da ausiliari, bensì ostacoleranno il tuo cammino.

Una volta che hai visto un animale che senti abbia un’affinità con te, sii pronto ad accogliere qualsiasi insegnamento voglia darti.
Se non si è ancora avvicinato, aspetta di vedere se lo fa.
Ciò che accade a questo punto è del tutto soggettivo. Il tuo animale di potere può interagire con te in mille modi diversi. Quando sentirai che l’esperienza si è conclusa, prendi semplicemente congedo dal tuo animale ed esci dalla galleria con la tua guida.
Al momento di dare l’addio alla tua guida all’imboccatura della grotta, creati l’immagine della tua stanza e gentilmente unisciti al tuo corpo. Respira a fondo ancora per un pò, muovi braccia e gambe e infine, con i tuoi tempi, riapri gli occhi.
Non appena sarai completamente sveglio, nel tuo ambiente è consigliabile prendere appunti precisi sull’esperienza vissuta, descrivendo ogni visione o oggetto simbolico che il tuo animale di potere ti ha donato.

via Anahera