Astrologia

ASTROLOGIA- CAPIRE LA PROPRIA FERITA KARMICA-CHIRONE IN ARIETE di Francesca Spades

Capire la propria ferita karmica significa poter lavorare a fondo sul quel versante dell’esistenza in cui per tante e tante volte in passato abbiamo ricevuto delusioni e ferite.
Il Sole è in Ariete e anche Chirone lo è. Insieme disegnano una congiunzione a cui, da poco lontano, impartisce la sua benedizione anche il Punto di Fortuna nel cielo attuale.
L’invito che ci giunge è quello di raccogliere come un passerotto ferito quella parte di noi che tende a voler fuggire, a sentirsi non desiderata, a volersi nascondere o a costruire attorno a noi una palizzata di sovrastrutture rigide come tutti gli eccessi di difesa.


Infatti il fuoco energizzante dell’Ariete che promana dal Sole di questo inizio di Primavera è il balsamo che l’energia Divina ci mette nelle mani per illuminare ,affrontare e dare guarigione a quella parte offesa e dolorante di noi stessi. Ce lo conferma il Punto di Fortuna che sta a testimoniare quanto sostegno l’Universo sarebbe in grado di fornirci ora, immediatamente, se decidessimo di occuparci proprio di quel versante di noi stessi.
Un mito legato all’archetipo dell’Ariete è senza dubbio la storia dell’intrepido Giasone, un eroe che per rivendicare un trono usurpato alla propria famiglia, viene coinvolto in una spedizione per stomaci ultra forti alla conquista di una fantomatica pelliccia ovina. Il famoso e magico Vello D’oro.
L’infanzia di Giasone era trascorsa per altro sotto la guida e l’istruzione proprio del Centauro Chirone.


Da Chirone Giasone ha imparato la giustizia, la magnanimità, il coraggio e tutte le doti che gli serviranno per essere il grande capo di un manipolo ardimentoso di eroi. C’è una connessione molto evidente allora fra la parte di noi che è rimasta ferita nel corso delle incarnazioni e dei secoli e la nostra capacità di lottare, di imporci e di farci strada nella vita. Fosse anche per condurre spedizioni al limite del realizzabile come per Giasone.


In altre parole le sconfitte, il dolore, le delusioni che la vita ci ha inflitto nel corso del tempo non sono altro che il pane energetico della nostra capacità di lottare e di riscuoterci, ma quella stessa capacità, generata da quelle ferite, deve essere anche in grado di guarirle in movimento energetico circolare a ritroso.

Di certo Chirone doveva essere assai fiero di tutti quei piccoli bambini, figli di ninfe, divinità e umani eccezionali, che venivano posti sotto la sua direzione quando poi si trasformavano crescendo in eroi leggendari e portavano al mondo le qualità e lezioni di sui si era a suo tempo fatto promotore.


Un pò il movimento che ci viene chiesto dal Cielo in questo momento è proprio azionare questo meccanismo di amore che torna alle origini.
Come se fossimo tutti discepoli grati al maestro del nostro primo start.
E quale maestro è più vero e più saggio delle ferite che ci siamo fatti nel corso del tempo? Quante cose abbiamo dovuto integrare, inventare, acquisire, imparare per restare a galla in presenza di certi traumi?
Chirone in Ariete è la ferita che tutti ci portiamo dietro sul nostro esistere, sul nostro diritto di essere al mondo, di autodeterminarci, di combattere tutte le lotte necessarie per sentirci vivi e parte di un cosmo che ci appartiene di dritto perchè è fatto della nostra stessa sostanza.
La vita, il mondo e noi stessi siamo fatti dell’unica sostanza ci cui tutto e formato. L’UNO. Dio. Il principio primo, la Monade, Il Verbo, l’Alfa e l’Omega o comunque vogliate e vi piaccia definirlo.
Chirone in Ariete allora vi dice non siete degli imbucati mal tollerati alla festa dell’Universo e della vita, siete la vita stessa.
SIETE LA FESTA STESSA.
Il Sole che passa nello stesso archetipo e prende per le mani questa parte di noi che si sente sempre piccola e indesiderata è Dio che ci vuole scaldare.
Che dice: prendi tutto quello che hai imparato e usalo per sentirti parte della mia gioia e del mio creato per favore.


Nella misura in cui sapremo curare questo lato sanguinante di noi compiendo atti coscienti di volontà, perchè l’Ariete è il grande volenteroso dello zodiaco, allora grandi doni arriveranno dal Cielo. Grandi ricompense per quei figli dell’Uno che ritrovano la gioia della propria esistenza.

Vi Auguro il coraggio indomito di Giasone.

La saggezza amorevole e paziente di Chirone e la gioia nel cuore di sentirsi parte del mondo e non ospiti sgraditi ed invisibili.

Avete diritto a tutto.

Scrivetelo da qualche parte e persuadetevi che sia così.

Love

Shanti

Francesca Spades

Fonte : https://www.facebook.com/AstrologiaKarmicaPerAnimeConfuse/

via Cammina nel Sole

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER