Psicologia Scienza

Canzoni per calmare l’ansia secondo la neuroscienza

Che la musica eserciti una forte influenza sul nostro stato d’animo è risaputo o facilmente intuibile. Diverse ricerche dimostrano una stretta correlazione tra la musica e le emozioni. La novità, oggi, è che un neuroscienziato inglese ha dimostrato l’esistenza di specifiche canzoni per calmare l’ansia.

Il medico Lewis-Hodgson, in associazione con il laboratorio britannico MindLab International, ha pubblicato una lista di canzoni per calmare l’ansia del 65%. Lo ha fatto dopo aver condotto uno studio su un gruppo di 40 donne volontarie di cui ha monitorato i cervelli mentre ascoltavano musica.

È stato realizzato anche un minuzioso tracciato di altri segnali del corpo, come i battiti del cuore, la pressione e il ritmo della respirazione. Tutte le volontarie, senza eccezione alcuna, hanno mostrato segni di una maggiore armonia dopo aver ascoltato certe canzoni.

Quali sono i ritmi che fanno così bene alla mente e all’organismo? Il dottor Lewis-Hodgson ha stilato una lista di sette canzoni per calmare l’ansia.Questo non significa che sono le uniche, bensì questo scienziato ha scelto tracce popolari nel proprio ambiente culturale. Questi 7 brani vengono elencati dal meno influente al più influente.

Senza musica, la vita sarebbe un errore.

-Friedrich Nietzsche-

Canzoni per calmare lo stress

Pure Shores, All Saints

Secondo la classifica di Lewis Hodgson, la canzone Pure Shores, delle All Saints, occupa la settima posizione della classifica delle migliori canzoni per calmare l’ansia. La canzone appartiene al genere electro-pop e il testo parla proprio di relax.

Questa canzone è stata acclamata dalla critica internazionale e combina il suonodel contrabbasso e quello dei versi dei delfini in sottofondo. Alcune classifiche la considerano una delle migliori canzoni del secolo scorso.

Canzonetta Sull’aria, di Mozart e Strawberry Swing, dei Coldplay

Sull’aria, Mozart

Sull’aria, è un breve duetto del terzo atto dell’opera Le nozze di Figaro.Composto per oboe, fagotto e strumenti a corda, è in 62 tempi ed è stato scelta per il film Le ali della libertà.

Strawberry Swing, Coldplay

Strawberry Swing dei Coldplay ha un particolare ritmo tribale. Lanciato nel 2009, ha guadagnato il favore della critica. Per alcuni intenditori, il brano ricorda la musica giapponese.

Watermark, Enya

Watermark fa parte del primo album musicale di Enya ed è tra le canzoni per calmare l’ansia secondo lo studio di Hodgson. Il produttore della Warner Music UK, Rod Dickins, rimase incantato da questo brano sin da subito. Avvicinandosi a quello che più tardi avrebbe affermato la scienza, disse che il ritmo lo aiutava a dormire meglio. 

Le voci impiegate nel brano Watermark furono il risultato di 200 sovrapposizioni. Questo fa sì che la voce di Enya si perda nell’insieme di suoni ipnotici ed evocativi. La cantante si ispirò ai ricordi d’infanzia, ricchi di magia e fantasia.

Mellomaniac (Chillout Mix), DJ Shah

Il brano Mellomaniac (Chillout Mix) è una creazione di Roger Shah, meglio conosciuto come DJ Shah. Questo dj tedesco di origini pakistane è famoso per i suoi brani di musica elettronica. Con Mellomaniac ha raggiunto uno dei suoi maggiori successi.

Electra, Airstream

Anche Electra degli Airstream fa parte del gruppo di canzoni per calmare l’ansia. Gli esperimenti condotti dal MindLab indicano che questi brani rallentano del 27% i battiti cardiaci e potrebbero persino avere effetti analgesici sul dolore cronico.

Weightless, Marconi Union

La canzone Weightless è stata definita nel 2011 “la più rilassante al mondo” dall’Istituto MindLab. Secondo alcune ricerche, questo brano è dell’11% più rilassante di qualunque altro brano. Inoltre, è dimostrato che riduce l’ansia del 65%.

Non c’è da stupirsi, dato che i Marconi Union hanno messo in pratica la teoria scientifica che indica come comporre una canzone particolarmente rilassante. L’Accademia Britannica della Terapia del Suono lo ha poi confermato.

Esistono sicuramente molte altre canzoni per calmare l’ansia, ma quello che hanno in comune questi brani è la composizione complessa, che non presenta schemi ripetitivi. Questo permette al cervello di disconnettersi perché non gli è possibile “prevedere” il tempo successivo.

La musica è, un utile strumento su cui fare affidamento in momenti di particolare stress.

via La Mente è Meravigliosa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy Cookie Policy