Diceva Carl Gustav Jung “Non rimpiango le persone che ho perso col tempo, ma rimpiango il tempo che ho perso con certe persone, perché le persone non mi appartenevano, gli anni sì” A questo punto è legittimo chiedersi: “quanto tempo della mia vita ho sprecato”? Eh si perchè di tempo ne sprechiamo…. e tanto!

Il tempo scorre inesorabile ma spesso non siamo pienamente consapevoli della sua importanza: diventiamo carnefici del nostro stesso tempo e tendiamo a svalutare anche il tempo altrui.

Anche in questo momento, mentre leggi il mio articolo, le lancette scorrono quasi a dirti con quel loro linguaggio “tic tac”: “stai facendo qualcosa di utile per consumare il tuo tempo?” Beh, io ti direi di sì, ma non perché sono di parte, ma perché ogni volta, con ogni mio articolo, spero di arricchirti in qualcosa così da contribuire, in misura diversa, alla tua crescita emotiva.

Chi ha tempo non aspetti tempo”, da questo vecchio proverbio nasce una riflessione che troppo spesso è sottovalutata: quante sono le cose che fai che finiscono per farti “sprecare il tuo tempo”? Quante volte ti sarai prodigata a donare il tuo tempo per qualcuno che alla fine non lo meritava? Intanto tutto il “tempo speso male” non lo recupererai più! Ecco perché è importante imparare a capire come investire il proprio tempo.

Uno psicoracconto per riflettere……

Immagina che una banca accrediti ogni giorno sul tuo conto la somma di 86.400 euro. Tuttavia, questo saldo non resta invariato; ogni sera la banca ti toglie l’importo che non hai utilizzato durante giornata. Che cosa faresti? Certamente, ritireresti tutta la somma!

Tutti noi abbiamo questa banca. Si chiama TEMPO. Ogni mattina questa banca ci accredita 86.400 secondi, e ogni sera ci sottrae l’importo che non abbiamo investito in un buon proposito. Questa banca non mantiene un saldo, tantomeno permette reintegri.Ogni giorno ci apre un conto nuovo. Ogni notte elimina il saldo del giorno.

Ecco, se non utilizzi i soldi depositati la perdita è tua. Non puoi tornare indietro.Non puoi spostare dei soldi sul conto di domani, devi vivere nel presente con i depositi di oggi.

Il tempo che dedichiamo a qualcuno o a noi stessi, deve essere vissuto al pari di un investimento economico

Il tempo passa, ma spesso non siamo pienamente consapevoli dell’importanza dello stesso, sia del nostro che quello delle persone intorno a noi.  Infatti, se li valorizzassimo in prospettiva, ci accorgeremmo che tutti questi piccoli segnali di affetto ci trasformano in “milionari dell’affetto”.

Il tempo non può essere convertito in nessuna valuta perché è un bene inestimabile che non si può comprare. Il tempo che ci dedica un’amica, per esempio, non ha valore. Così come dovremmo essere grati per il tempo che un collega di lavoro investe per aiutarci in qualche mansione. Analogamente, anche tu dovrai fare attenzione a come investi il tuo tempo e a regalarlo solo alle persone che sanno davvero apprezzarlo e possono mettere in atto momenti di appagamento condiviso, crescita o stima reciproca.

Il tempo non si pretende, si accetta come dono

Purtroppo, non sempre apprezziamo abbastanza il tempo che qualcuno ci dona per risolvere un nostro problema o magari per migliorare il nostro umore. A volte pecchiamo di superficialità, non ci immedesimiamo nella parta del nostro interlocutore, pensiamo che ci è dovuto essere ascoltati quando in realtà si tratta di una decisione personale.

“Se qualcuno si prende qualche minuto per confortarci, incoraggiarci o parlare con noi è perché ha scelto di farlo. È il suo modo di dirci che si preoccupa abbastanza per noi da darci un po’ del suo tempo”

Ovviamente, non dobbiamo neppure commettere l’errore di costringere gli altri a trascorrere del tempo con noi. Quando incontriamo qualcuno che non vedevamo da parecchio tempo, siamo soliti rimproverarli con frasi del tipo “non mi chiami mai!” o “dove eri sparita?”. Queste frasi sono inopportune; rischiano di compromettere tutta la bellezza dell’incontro. Invece, dovremmo gioire e, se desideriamo veramente una spiegazione, non dovremmo cadere nelle false ipotesi o incolpare l’altro, ma dovremmo limitarci a chiedergli cosa è successo durante tutto questo tempo.

Chi dedica tempo dona un pò della sua vita

Il tempo non si elemosina, tanto meno si compra o si esige. Chi ci fa un favore, ci ascolta o ci accompagna nei momenti buoni e cattivi, ci sta regalando una parte della sua vita, il nostro compito è quello di essere pienamente presenti per non sprecare questo dono. Detto ciò, è vero anche capire a chi dedichiamo il nostro tempo. Tutte le persone che frequentiamo meritano questo dono?

Non condividere la tua vita con chi non apprezza il tuo tempo

Nello stesso modo in cui è giusto valorizzare il tempo che gli altri trascorrono con noi, dobbiamo imparare a essere più gelosi del nostro tempo. Ogni secondo che passa è un secondo che non puoi recuperare, quindi non ha senso regalarlo a chi che non lo sa valorizzare.

RICORDA SEMPRE….Ogni mattina il tempo ti accredita di 86.400 secondi: come vuoi spenderli?

Intanto non condividere il tuo tempo con chi:

  • Non gradisce la tua presenza ma è con te solo per mera formalità. Liberalo da questa “responsabilità”, sarà felice lui  o lei e sarai felice anche tu
  • Pensa in termini di “ammazzare il tempo” invece di “approfittare del tempo”. Chi pensa in questi termini e senza dubbio una persona negativa e da allontanare perchè non fa nulla di particolarmente prezioso con il suo tempo e di conseguenza vuole che anche tu sprechi il tuo
  • Sta con te ore e ore a telefono giusto per sfogarsi e sbraitare contro ogni cosa. Questa persona non ha rispetto del tempo che le stai donando
  • È sempre in ritardo e pensa che dovresti sempre essere disponibile perché il tuo tempo non è prezioso quanto il suo
  • Non ha mai tempo quando hai bisogno, ma richiede la tua presenza quando è lui/lei ad avere bisogno.

Ricorda….il tempo è il tuo bene più prezioso, assicurati di trascorrerlo con chi ti apprezza e ti riserva un posto in prima fila nella sua vita.

via Psicoadvisor

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirci sulla Pagina Ufficiale di Psicoadvisor, sul mio account personale o nel nostro gruppo Dentro la Psiche. Puoi anche iscriverti alla nostra newsletter. Puoi leggere altri miei articoli cliccando su *questa pagina*.