Dentro di noi vivono luci e ombre. Fanno parte di ciò che siamo, di ciò che non vogliamo essere e di quello che potremmo essere. Rappresentano la lotta tra quello che riconosciamo, che evitiamo, che ammettiamo e che ignoriamo o non vogliamo vedere. E in questo piccolo, ma impegnativo, equilibrio cerchiamo di trascorrere le nostre giornate senza che nessuna delle parti domini la nostra vita.

I fatti ci dicono spesso che è difficile raggiungere l’equilibrio tra ciò che sappiamo e ciò che non ammettiamo. Per convivere con noi stessi, dobbiamo essere dotati di una buona dose di accettazione della realtà: siamo fatti di luci e ombre, proprio per questo ci saranno parti di noi stessi che non vorremo accettare.

Accettare le nostre ombre può implicare dolore, ma anche evoluzione, cambiamento e accettazione di sé. Permettono, dunque, di conoscere sé stessi e sviluppare una sana autostima. Non ci sono solo luci, né esse illuminano sempre la nostra vita. Le luci a volte ci abbagliano e le ombre possono darci le risposte.

“Non c’è presa di consapevolezza senza dolore. Le persone sono in grado di fare qualsiasi cosa, per quanto assurda, pur di evitare di affrontare la propria anima. Nessuno si illumina fantasticando su figure lucenti, ma prendendo coscienza della propria oscurità “.

-Carl Jung-

Essere consapevoli delle proprie ombre

Carl Jung ha definito le nostre ombre come l’insieme di frustrazioni, di esperienze imbarazzanti e dolorose, di paure o insicurezze che soggiornano nell’inconscio. L’ombra contiene in sé tutta la negatività della personalità che non sempre l’Io è in grado di ammettere, e che può quindi ostacolare la manifestazione del nostro vero modo di essere e di sentire.

Il male, l’egoismo, l’invidia, la codardia, la gelosia, l’avidità e molte delle nostre emozioni negative e delle nostre paure costituiscono le nostre ombre. Molte volte le scopriamo quando ci portano ad avere un conflitto con gli altri. In altre occasioni si esprimono tramite sensi di colpa o inspiegabili depressioni, riflettendo un’immagine nella quale non ci riconosciamo.

Siamo anche in grado di proiettare queste ombre sugli altri in modo da non ammettere che questi sentimenti, giudizi o idee appartengono a noi. Fin da piccoli siamo “programmati” a nascondere i fallimenti, la disperazione e la negatività della nostra vita. Quindi, già per il solo fatto di essere umani, dentro di noi abbiamo luci e ombre.

“Un uomo che non è passato attraverso l’inferno delle sue passioni non le ha mai superate. L’unico scopo dell’esistenza umana è di accendere una luce nell’oscurità del mero essere.”

-Carl Jung-

Rimanere abbagliati seguendo la propria luce

Le luci che creiamo, che ci circondano e che ci illuminano dall’interno sono tutte le qualità, le virtù, le emozioni, i comportamenti o desideri che ci piace mostrare. Sono le maschere che indossiamo ogni giorno come se fossero la nostra unica vera identità.

Possiamo scegliere di essere scherzosi, intelligenti, comprensivi, socievoli, timidi o coraggiosi, possiamo scegliere di mostrare quello che vogliamo sulla grande scena sociale. Attualmente, facciamo brillare le luci della nostra personalità soprattutto sui social network attraverso le apparenze. Viviamo una seconda vita nella quale non solo nascondiamo le ombre, ma fingiamo che non esistano. Quello che a prima vista può sembrare un vantaggio, un sistema di difesa contro le miserie della nostra vita, diventa in realtà l’epicentro dell’espressione del narcisismo moderno.

Ci lasciamo abbagliare dalle nostre luci, siamo talmente ossessionati dal renderle il vero fulcro della nostra espressione esteriore, che smettiamo di essere umani e diventiamo macchine sorridenti in quelle foto che nascondono un grande vuoto interiore.

Per questo è così importante conoscere le nostre ombre, perché ci aiutino a mantenere l’equilibrio interiore. Possiamo commettere errori, provare gelosia, invidia o senso di colpa, ma poi ci sappiamo ricomporre. Siamo umani, siamo fatti di luci e ombre. Accettarlo vivendo la realtà e non una storia inventata ci aiuterà a sviluppare una sana autostima e a vivere una vita migliore e più completa. Non neghiamo le nostre ombre, accettiamole. Non lasciamoci abbagliare dalle luci, cerchiamo il nostro equilibrio interiore.