Yoga

Ecco come guardarsi dentro grazie allo Yoga

Ultimamente sia lo yoga che la meditazione sono diventati una moda molto diffusa e sempre più persone si avvicinano a questo mondo.

Sicuramente questo è molto positivo perché sono pratiche che fanno benissimo sia al corpo che alla mente, ma spesso percepisco che le persone non lo fanno per conoscersi e per crescere, piuttosto per rilassarsi, per diventare più flessibili, per liberarsi dallo stress, per trovare un secondo lavoro etc.

Tutti questi effetti sicuramente fanno parte del cammino ma, se si perde di vista la meta, si rischia che la pratica diventi fine a se stessa.

Invece, penso che il motivo principale che dovrebbe spingere una persona a fare yoga e meditazione dovrebbe essere la voglia di guardarsi dentro.

Solo quando si ha il coraggio di conoscersi veramente, allora si può fare il primo passo per diventare persone migliori.

Tutti noi pensiamo di conoscere bene il nostro corpo, ma quanto effettivamente lo conosciamo? Quali sono i nostri squilibri? Dove si nascondono le tensioni?


Quando iniziamo a fare yoga, presto ci rendiamo conto che la nostra conoscenza del corpo è piuttosto limitata. Sappiamo come siamo fatti all’esterno ma quello che ci manca è la consapevolezza del corpo. Sapere come siamo fatti fuori ma non avere la consapevolezza interna non ci serve a molto nella vita. Molti problemi infatti nascono proprio da una mancanza di consapevolezza.

Se ci fosse una maggiore conoscenza del proprio corpo e una maggiore percezione, molti problemi attualmente tanto diffusi sarebbero facilmente risolvibili. Il corpo ci manda continuamente dei segnali e sta a noi percepirli, interpretarli e agire di conseguenza. Molte malattie nascono proprio per il fatto di non aver ascoltato i segnali che il corpo ci ha mandato per anni.

Grazie alla pratica costante delle asana, le posizioni dello yoga, in ogni praticante affiora una maggiore conoscenza e consapevolezza del proprio corpo, il che dona incredibili benefici che vanno ben oltre la semplice flessibilità, la forza ed il rilassamento.

Ho parlato della scarsa conoscenza e consapevolezza solamente del corpo, ma questo vale anche per la mente.

Come funziona la nostra mente? Perché a volte ci fa stare bene ed altre ci fa soffrire? Perché non riusciamo a fare una sola cosa per cinque minuti, senza che vari pensieri che non c’entrano nulla ci disturbino?



Beh, queste domande permettono di riflettere sul fatto che sappiamo poco o nulla sulle nostre menti e questo purtroppo ci fa essere in balia di noi stessi, dei nostri istinti, delle nostre paure, delle nostre emozioni etc. Come fare a risolvere tutto questo? La meditazione può essere una soluzione efficace.

La pratica meditativa ci da l’opportunità di conoscere meglio come siamo fatti, come è fatta la nostra mente, di scoprire quali sono i meccanismi interni che ci controllano, di vedere da un altro punto di vista i pensieri e di fare amicizia con il nostro Ego.

In poche parole, la meditazione ci permette di guardarci dentro e capire meglio come funzioniamo. Chiaramente una maggiore conoscenza di noi stessi, donerà a sua volta, grandi benefici.

Come spesso ripeto anche nel mio blog sullo yoga e sulla meditazione, la pratica non serve solamente, come molti pensano, per ridurre lo stress, per rilassarsi, per allontanare pensieri negativi o per diventare più flessibili. Sono benefici che indubbiamente arrivano, ma serve soprattutto per guardarsi dentro.

Tutti i più grandi maestri e le persone più sagge della storia hanno detto: “conosci te stesso”. Finché non ci conosciamo, saremo in balia del nostro passato, dei nostri pensieri, delle nostre tensioni corporee, dei nostri blocchi emotivi e di tutto quello che ci è estraneo.

Guardarci dentro invece ci da l’opportunità di scoprire cosa succede dentro di noi, di accettare i nostri errori, di conoscere i nostri pensieri, di sentire le nostre tensioni fisiche, di percepire l’arrivo delle emozioni, di combattere il giudizio e molto altro. In poche parole ci rende più consapevoli e più liberi.

Naturalmente per guardarsi dentro ci vuole molto coraggio ed a volte non è facile affatto. Quando però riusciamo a trovare la forza per farlo, è allora che noi

iniziamo a cambiare, e quindi anche la realtà esterna cambierà.

Una maggiore conoscenza del nostro corpo e della nostra mente ci condurrà verso una vita più consapevolemeno condizionata e quindi anche più felice.

Andrea di AtuttoYoga

Fonte : https://www.atuttoyoga.it/

Pagina FB : https://www.facebook.com/atuttoyoga.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER