,

Gli esseri umani possono assorbire energia dalle persone circostanti: un nuovo studio ne parla

Un gruppo di ricercatori presso l’Università di Bielefeld ha fatto una grandiosa scoperta che mostra come le piante possano assorbire energia in maniera alternativa dalle altre piante. Questo fatto potrebbe avere un grande impatto sul futuro delle bioenergie ed eventualmente gettare le basi della dimostrazione che tale fenomeno è replicato anche tra gli esseri umani.

Uno studio ha scoperto che un’alga è capace di accumulare energia ricavata da altre piante vicine: e se gli umani facessero lo stesso?

I membri del team di ricerca guidato dal Dr. Olaf Kruse hanno confermato che per la prima volta una pianta ha prodotto energia in maniera alternativa. L’alga verde Chlamydomonas reinhardtii non ha ricavato energia dalla fotosintesi ma è riuscita a prenderne dalle altre piante.

Tale ricerca è stata recentemente pubblicata sul giornale Nature Communications.
I fiori hanno bisogno di acqua e luce per crescere, lo stesso vale per gli esseri umani. I nostri corpi sono come delle spugne, assorbono ciò che hanno intorno: “Questo è esattamente il motivo per cui alcune persone si sentono strane in presenza di particolari gruppi di gente, dove si trovano un gran numero di energie ed emozioni”, ha detto la Dr. Olivia Bader-Lee.

loading...

Con lo studio si apre un panorama tutto da scoprire, mai studiato finora.

Nella crescita delle piante sono fondamentali l’anidrite carbonica, l’acqua e la luce. In una serie di esperimenti il professor Kruse e il suo team hanno coltivato quest’alga microscopica, osservando come di fronte a una carenza di energia la Chlamydomonas tenda ad assorbire energia dalle piante vicine.

Questo meccanismo avviene grazie a un enzima che l’alga inizia a produrre, tale enzima è in grado di farle digerire la cellulosa. Gli studiosi stanno approfondendo tale dinamica, cercando di capire se appartiene alle sole alghe Chlamydomonas.

Quando gli studi sulle bioenergie saranno più avanzati, probabilmente si riprenderà questo concetto e sarà applicato al genere umano. dice ancora Bader-Lee: “L’organismo umano è molto simile a una pianta, assorbe le energie di cui ha bisogno per i suoi stati emotivi, tali stati determinano l’energie delle cellule influenzate dai livelli di cortisolo”.

Per avere ulteriori certezze sarà necessario aspettare ancora qualche anno, nel frattempo apprendiamo come le piante abbiano questo inaspettato meccanismo di assorbimento energetico e di come in proiezione gli esseri umani potrebbero fare lo stesso con le energie e le emozioni circostanti.

via Curioctopus

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Alla scoperta del MAGNESIO: costa poco ed aiuta a curare quasi tutto

3 Segni che ti faranno capire che non sei sulla tua strada