Quando si studia e si mette in pratica un argomento complesso come la Legge di Attrazione, si tende spesso a dare molto valore all’inconscio, alle emozioni e soprattutto ai pensieri, trascurando però un elemento a mio avviso fondamentale: la parola. È vero che i pensieri e le emozioni creano e attraggono le esperienze della realtà di ognuno noi, ed è vero che pensieri ed emozioni in definitiva creano l’energia che emaniamo nell’Universo, la quale assumerà forma fisica successivamente. La realtà che “viviamo”, indipendentemente dal fatto che la vediamo o meno, esiste a vari livelli di vibrazione, e tutto ciò che fa parte del mondo fisico vibra ad una frequenza più bassa, mentre tutto ciò che appartiene al mentale possiede frequenze superiori. La materia è densa e lenta, i pensieri sono leggeri e veloci. Tra il fisico e il mentale la parola assume un’importanza davvero rilevante, e tutti noi abbiamo spesso sentito dire quanto sia importante la parola, e sono del tutto d’accordo con Schopenhauer quando scrive: “I pensieri muoiono nel momento in cui prendono forma le parole.”. Ma sinceramente, in questo mondo dove le parole sono distorte, abusate, sopraffatte, e dove le parole vengono usate a sproposito, il più delle volte per riempire il silenzio che tanto temiamo, chi si ferma e riflette sull’importanza della parola? Nessuno!

Ecco, attraverso questo breve articolo voglio soltanto rinfrescarvi le idee sul potere della parola nella Legge di Attrazione. Perché altrimenti potrete fare tutti i tentativi che vorrete, ma non otterrete nessun risultato. Controllare le emozioni, così come i pensieri, richiede uno stato di preparazione molto avanzato, meglio cominciare da qualcosa di più semplice ma che allo stesso tempo può fornirci risultati concreti: la parola. Dobbiamo considerare la parola NON come un diversivo usato soltanto per fornire risposte o pettegolezzi, ma dobbiamo rispettarla per ciò che è; ossia un potente mezzo che abbiamo a nostra disposizione. Lo so, sembra quasi impossibile che una cosa sulla quale spesso sorvoliamo e che ignoriamo sia in realtà uno strumento tanto potente. Ma questa è la tragicommedia in atto in questo Sistema. Negli antichi processi iniziatici, l’allievo poteva disporre della parola dopo mesi e mesi di apprendistato. Sigmund Freud nel suo libro “Introduzione alla psicoanalisi” scrive: “Originariamente le parole erano magie e, ancor oggi, la parola ha conservato molto del suo antico potere magico.”. Esatto, quando parliamo stiamo usando la magia, ma quella sbagliata!! Senza rendercene conto stiamo facendo un uso spropositato di magia nera! Non ci credete? Allora guardatevi un attimo attorno, con sincerità, e scoprirete come tutte le difficoltà, i conflitti, le guerre, le avidità, le incomprensioni, i litigi… tutto questo è in realtà il risultato di un uso distorto della parola.

Il risultato del caos che regna intorno ad ognuno di noi è l’effetto visivo di ciò che noi stessi abbiamo creato. La Legge di Attrazione lo dice chiaramente, siamo noi che creiamo la nostra realtà. Ora, se vogliamo cambiare direzione, se vogliamo dare una sterzata , è bene che facciamo prima di tutto un uso corretto della parola e cercare di sfruttarne appieno il suo potere. Ma prima ancora è necessario comprendere PERCHÉ la parola ha tutto questo potere. Ogni parola che pronunciamo crea una connessione diretta fra il pensiero, quindi il livello vibrazionale più alto, e il corpo, ossia il livello vibrazionale più basso. Nel momento in cui parliamo altro non stiamo facendo che portare i nostri pensieri direttamente sul piano fisico, sotto forma di onde sonore, spinte dall’intenzione che sta dietro ogni parola pronunciata. Il suono in sostanza è energia, pertanto quest’energia è immediatamente attiva sul piano fisico. Quindi, quando parliamostiamo creando un’energia che in pratica sta già vibrando a livello fisico, per cui alla fine si manifesterà molto più velocemente rispetto, per esempio, all’energia che emaniamo praticando la visualizzazione, curando i pensieri o razionalizzando l’inconscio. In molti casi addirittura l’energia della parola si manifesterà quasi immediatamente. Vi è mai capitato di dire: “dov’è questo o quello” e quella cosa salta fuori subito? Questo è il potere della parola nella Legge di Attrazione 😉!

Il potere della parola è insisto negli incantesimi, nei rituali, nelle preghiere, nei mantra e via dicendo. Per questo è necessario acquisire maggior consapevolezza nel potere della parola, perché quando parliamo non ci stiamo soltanto esprimendo esteriormente, ma stiamo creando la nostra realtà, e attraverso le parole stiamo chiedendo alla Legge di Attrazione di mettersi in moto ed è quello che succede realmente! Immettiamo una marea di indizi di noi nelle parole che usiamo tutti i giorni, di richieste, desideri, condanne, dei quali non ci rendiamo nemmeno conto, semplicemente perché non ci prestiamo attenzione. Sono parole che pronunciamo senza la giusta accortezza, senza consapevolezza e senza timore per aver adoperato un mezzo magico. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Quindi è bene stare molto attenti alle parole che pronunciamo. I pensieri si manifestano anch’essi, è vero, ma ciò accade molto più lentamente. C’è più tempo a disposizione per eliminare e sostituire i pensieri negativi con altri più positivi. Ma quando pronunciamo delle parole negative, stiamo già emanando altrettanta energia negativa nel mondo fisico. Questa “piccola” accortezza di adoperare le parole giuste, per i vostri fini, può aiutarvi a cambiare il corso della vostra vita!

Le parole hanno il potere di distruggere e di creare. Quando le parole sono sincere e gentili possono cambiare il mondo.” Buddha

Tragicomico

Fonte : http://www.tragicomico.it/legge-di-attrazione-parole-potere/

via Cammina nel Sole