Fisica Quantistica

Il Salto Quantico, Cos’è e a cosa serve

Cos’è e il Salto Quantico

Molti si sono chiesti cosa sia il Salto Quantico e quale fosse la sua funzione. La quantistica ad esempio dice che tutta l’energia che ha qualche forma di consapevolezza diviene materia. Proviamo a dare un quantico significato al fenomeno.
Maggiore è il tuo grado di consapevolezza maggiore è la densità nella quale risiedi. dunque, aumentando la tua consapevolezza aumentano le dimensioni della realtà in cui vivi.
Il salto quantico, detto anche salto quantistico  è quando passi da 3 a 4 dimensioni. da 5 a 6 dimensioni, quindi possiamo considerare il Salto Quantico un passaggio nella prossima dimensione.
Per una serie considerazioni metafisiche, i matematici che lavorano a supporto dei fisici quantistici sono arrivati alla conclusione che le dimensioni sono solo 12.

Si tratta di un passaggio obbligato che avviene in un preciso punto dell’evoluzione cosmica. Il salto quantico è da intendersi come un risveglio interiore personale, così come l’ingresso in una nuova dimensione esistenziale a livello cosmico, che comprende ogni cosa. Il salto quantico è la porta verso la nuova dimensione, per l’essere umano, intesa come il passaggio dalla 3° alla dimensione  successiva. (per saperne di piu`sul passaggio dimensionale clicca qui )

La Mente è solo il contenitore delle informazioni ed esperienze accumulate nell’arco dell’esistenza umana. Infatti essa è costituita da una parte conscia che viene utilizzata per attingere alle informazioni utili per spiegare, interpretare e scegliere secondo una dinamica matematica rappresentata dal calcolo ( ciò che è vantaggioso per se stessi, secondo il paradigma scientifico). Una parte inconscia che contiene tutte le esperienze significative sia dal punto di vista filogenetico che ontogenetico ,Aprirsi alla Vita delle possibilità, cioè entrare in contatto con la propria Anima che è sede di tutto il disegno esistenziale.

Un salto nel passato

Le antiche civiltà conoscevano molto bene i cicli cosmici, i Maya  ad esempio sono stati i più ferrati su tale argomento dando molta importanza  ai cicli cosmici. Un ciclo cosmico, o epoca, è comprensivo di 5 ere, ognuna composta di 5.126 anni, per un totale di 25.630 anni. Oggi ci troviamo alla fine della 5° era, nonché alla fine di un intero ciclo. È un evento straordinario, e abbiamo la possibilità di assistere ed essere partecipi della più grande espressione creativa dell’intero cosmo, che sta alla base dell’origine dell’esistenza stessa.

A dimostrazione di tutto ciò non ci sono solo i testi Maya o le altre profezie delle diverse culture antiche; infatti, la scienza ci offre delle prove concrete che darebbero adito a credere alla veridicità di quanto affermato, e un numero sempre maggiore di scienziati si stanno avvicinando a dichiarazioni quantomeno distanti da quanto ci si potrebbe aspettare dalla loro cultura e professione.

Il campo magnetico della Terra è proporzionale alla sua velocità di rotazione. Negli ultimi tempi, tale velocità sta diminuendo in modo sempre più marcato, provocando, di conseguenza, una riduzione del campo magnetico del nostro pianeta. Rispetto a circa 1.500 anni fa, la flessione è molto prossima al 50%. Dato senza dubbio rilevante.

Questi cambiamenti non interesseranno solamente la Terra, bensì il cosmo intero, tant’è che dal 1901 il Sole ha incrementato il proprio campo magnetico del 230% e l’attività delle macchie solari dimostrano intensità mai riscontrate prima d’ora. Nel 2005 una equipe russa di ricercatori è giunta alla conclusione che ci stiamo muovendo in uno spazio dell’Universo ove è presente un’energia molto più elevata.

Il Salto Quantico, Cos’è e a cosa serve

L’eliosfera del Sole che ricopre il nostro sistema solare ha accentuato la presenza di plasma incandescente, tanto che da uno spessore standard di 10 U.A. è passato alle 100 U.A. dei giorni nostri. Le conclusioni inducono a pensare, appunto, ad un imminente salto dimensionale.

Per predisporsi al salto quantico è necessario rifiutare l’ormai vecchio sistema attuale, basato fondamentalmente sulla 3° dimensione, e aderire, nonché accettare consapevolmente , le nuove vibrazioni. Ogni essere umano che si risveglierà controbilancerà cento o mille di quelli che non lo faranno, e al contempo li influenzerà positivamente a livello vibrazionale, fornendo loro un aiuto non indifferente.

Questo salto quantico è per noi una grande opportunità evolutiva, densa di significato, e oramai siamo a pochi passi da essa.

 Cos’è il Salto Quantico ?

In un concetto di realtà olistica sappiamo che molteplici e infinite possibilità di realtà coesistono nello stesso momento, dalle più improbabili alle più possibili.

Ebbene, quello che in meccanica quantistica è definito salto quantico, è il salto che un elettrone compie da un orbitale all’altro, rilasciando un quantitativo di energia, il quantum, appunto.

Dal punto di vista della psicologia quantistica invece  significa cambiare stato emozionale, non in funzione di ciò che accade, ma di ciò che vogliamo che accada, indipendentemente dalla casualità degli eventi. Questo significa avere piena consapevolezza sul piano emozionale.

In ambito di realtà olistica vuol dire anche compiere un salto da una realtà ad un’altra, cosa che per altro avviene in occasione di eventi improvvisi che cambiano la nostra vita.

Se ti dici: voglio creare il mio futuro, devi dire che lo stai creando, non che ti piacerebbe farlo.

Devi vibrare alla frequenza specifica di ciò che desideri.

Devi essere quella frequenza.

Puoi manifestare soltanto ciò che ha la stessa frequenza specifica nella tua mente.

Di Fabio Potenza per Universo7p

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER