Scienza

Il Terzo Occhio: un meta-organo. Sesto Senso e Ghiandola Pineale…

In realtà il terzo occhio è la ghiandola pineale. E’ il terzo occhio spirituale, la nostra visione interiore. Si trova nel centro geometrico del cranio. Il terzo occhio, l’occhio interiore, è un concetto mistico ed esoterico, che si riferisce in parte al chakra ajna di certe tradizioni spirituali orientali ed occidentali. Si dice anche sia la porta che porta i regni interiori e a spazi di consapevolezza elevata.

Il terzo occhio è una parte naturale di ognuno, ma è un meta-organo. Si compone di tutti i sensi e della mente che lavorano all’unisono come organo sensoriale più ampio  e piu’ potente.

Quale “senso” il terzo occhio puo’ essere usato in vari modi.  Apre i nostri sensi oltre gli schemi che ci circondano. Lo usano i veggenti per connettersi e rispondere a delle domande . E’ parte dell’empatia: quando una persona puo’ toccare e sentire le emozioni degli altri.  E’ possibile usare il terzo occhio per apprendere come percepire, visualizzare e interpretare l’energia che ci circonda.

Quando vediamo con gli occhi fisici, possiamo vedere attraverso il corpo fisico. Il terzo occhio non è parte del corpo fisico, ma del corpo sottile. Questa la ragione per cui la fisiologia della scienza ufficiale,  non puo’ credere che esista.Quando il terzo occhio è in funzione possiamo entrare in un’altra dimensione e vedere le cose che non sono visibili all’occhio fisico, ma visibili invece a quello sottile.

ghiandola pineale

Nelle Upanishads, l’essere umano è paragonato ad una città con 9 porte: i due occhi, le due orecchie, le due narici, la bocca, l’uretere e l’ano, che portano all’esterno, al mondo sensoriale.  Il terzo occhio è  la decima porta che porta ai regni interiori che ospitano una miriade di spazi di coscienza.

La funzione della ghiandola pineale è stata tra le ultime ad essere scoperta. Il fatto che si trovi in profondità nel cervello, pareva indicasse la sua importanza ma anche ha concorso a renderla un mistero, a caricarla di mito, superstizione e persino teorie metafisiche sulla funzione che si supponeva essa avesse.

Si crede sia un organo assopito, che puo’ essee risvegliato per consentire una comunicazione telepatica. Ma il corpo umano ha un altro occhio … la cui funzione in realtà è la ghiandola pineale

Dove si trova: alla base del cranio, al bulbo dell’encefalo. Frontalmene è tra le sopracciglia

Colore: indaco (una combinazione di blu e rosso)

Suono: OM

Elemento: energia elettrica o telepatica .

Quando l’energia  al terzo occhio è carente, la persona è: non affermativa, indisciplinata, ipersensibile alle emozioni degli altri, ha paura del successo, è schizofrenica (incapace di distinguere tra l’ego  e il Sè superiore)

Quando l’energia  al terzo occhio è in eccesso, la persona è: egoica, orgogliosa, manipolativa, dogmatica religiosamente autoritaria

Quando l’energia  al terzo occhio è in equilibro, la persona è: carismatica, puo’ ricevere una guida, non è attaccata alle cose materiali, non ha paura della morte, è maestra di se stessa, non ha bisogno di un’altra persona che completi se stessa

Pietre e minerali corrisondenti: lapislazzulo, azzurite, sodalite, zaffiro, cristalli di quarzo

Ghiandole e organi influenzati dal sesto chakra (relativo al terzo occhio) : pineale, pituitaria, cervello, occhi, orecchi, naso

Malattie associate: confusione, malattie mentali, vista non buona, mancamza di chiarezza, esaurimento psichico.

tratto da:  http://www.thebigriddle.com/2015/07/the-third-eye-sixth-sense.html#sthash.nn9VYzsk.dpuf

traduzione e sintesi  Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER