,

La morte è un’illusione della percezione umana, ecco perchè..

Il fisico Erwin Schrödinger  ha definito la vita come segue: “Gli esseri viventi evitano il declino di uno stato di disordine e di equilibrio.”

Cosa significa questo? Supponiamo che la cartella download è l’universo. All’ inizio organizzato, e progressivamente è diventato caotico nel tempo. Dedicando la sua energia, nel creare ordine e pulire la cartella. Questo è ciò che gli esseri viventi fanno.

Ma che cosa è la vita?

Ogni essere vivente su questo pianeta è costituito da cellule. In sostanza, una cellula è un robot fatto di proteine ​​troppo piccole per sentire o sperimentare altro. Queste sono le caratteristiche che definiscono  la vita:

  • Ha una barriera che separa il quartiere, creando ordine;
  • Regola e mantiene un costante stato;
  • Mangia le cose per rimanere in vita;
  • Cresce e si sviluppa;
  • Esso reagisce all’ambiente;
  • E ‘soggetto a modifiche;
  • E produce copie di se stesso.

Ma di tutte le cose che costruiscono una cellula, non sono  vive. Materiali reagiscono chimicamente con l’altro, la formazione di reazioni innescano altre reazioni che innescano altre reazioni.

Una cellula singola, ogni secondo avvengono  svariati milioni di reazioni chimiche , formando una complessa armonia. Una cellula può fare migliaia di tipi di proteine: alcune molto semplici, altre come macchine complesse e molto piccole.

Immaginate di guidare un auto a 100km / h, mentre ricostruisce costantemente tutte le parti di essa con le cose che si trovano in strada. Questo è ciò che le cellule fanno. Ma nessuna parte della cellula è viva; tutto è materia morta mossa dalle leggi dell’universo.

Così  la vita sarebbe un aggregato di tutti questi processi di reazione?

L’obiettivo di tutto il processo è per evitare di produrre nuove entità; cioè con DNA. La vita è, in un certo senso, solo un mucchio di cose che portano le informazioni genetiche. Tutta la vita è oggetto di evoluzione, e il DNA che porta nel modo migliore la vita per continuare nel gioco.

Poi il DNA è la vita?

Se si considera il DNA dal suo involucro, è sicuro di essere una molecola molto complessa, ma non può fare nulla da sola.

Questo è dove il virus complica le cose. Essi sono fondamentalmente filamenti di RNA o DNA in un piccolo recinto e la necessità di ottenere delle cellule senza fare nulla. Non sappiamo se dovremmo considerarli vivi o morti. Eppure, ci sono 225 milioni di metri cubi di virus sulla Terra.

loading...

Ci sono anche i virus che invadono le cellule morte e quindi rivivivono  li, e ciò offusca la linea ancora di più.

I mitocondri sono le centrali elettriche delle cellule più complesse e sono stati batteri indipendenti che hanno collaborato con cellule più grandi. Hanno anche il loro DNA e possono moltiplicarsi da soli, ma non sono più vivi; sono morti.

Così hanno cambiato la loro vita per la sopravvivenza del loro DNA, il che significa che le forme di vita potrebbero trasformarsi in cose morte fino a quando è vantaggioso per il loro codice genetico.

Così forse la vita sono informazioni che portano a garantire che non vi è una continua esistenza.

Ma ciò che è l’intelligenza artificiale?

Per la nostra definizione comune, siamo molto vicini alla creazione di vita artificiale nei computer. E ‘solo una questione di tempo in attesa dell’evoluzione della nostra tecnologia. E questo non è fantascienza; ci sono molte persone intelligenti che lavorano attivamente su di essa.

Possiamo anche sostenere che i virus informatici sono vivi: si riproducono per mantenere le informazioni.

Um, ok. Che cosa è la vita, allora?

Le cose, i processi, le informazioni del DNA? Questo può rapidamente diventare confusa. Vi è una certezza: l’idea che la vita è fondamentalmente diversa dalla morte, perché contiene qualche elemento fisico o è  governata da principi diversi di oggetti inanimati si è rivelata sbagliata.

Prima di Charles Darwin, gli esseri umani hanno definito una linea tra se stessi e il resto delle forme di vita; c’era qualcosa di magico noi lo abbiamo fatto speciale. Quando abbiamo dovuto accettare che noi siamo come qualsiasi altra forma di vita, un prodotto dell’evoluzione, si definisce una linea diversa.

Ma più impariamo a ciò che i computer possono fare e come funziona la vita, più ci avviciniamo per creare la prima macchina che si adatta alla nostra descrizione della vita, e che più assomiglia a noi stessi . E questo accadrà prima o poi.

Ed ecco un’altra domanda per voi: se tutto nell’universo è fatto della stessa cosa, significa che tutto nell’universo è morto o che tutto nell’universo è vivo?

Questa è una domanda complessa?

Questo significa che non potrà mai morire, perché, in primo luogo, mai stato vivo? E ‘la vita e la morte è una questione irrilevante e mai notata? È possibile che siamo una parte dell’universo maggiore pensiamo?

Non guardare noi. Non abbiamo la risposta per voi. Sono solo domande per farvi riflettere.

Dopo tutto, sono domande come queste che ci fa sentire vivi e ci dà qualche conforto. [Testo sparso per Amara.org, via Gizmodo]

Marcello Ribeiro

Fonte: http://hypescience.com/morte-realmente-existe/

tramite: pianetablunews.wordpress.com

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

I 3 Blocchi del Tempo: L’Esercizio per Avere Giornate di 48 Ore

Il segreto della vita secondo Steve Jobs in 46 secondi