Psicologia

La negatività è contagiosa: circondati di persone che riescono a tirare fuori il meglio di te!

Gli atteggiamenti e gli stati d’animo altrui, possono essere “contagiosi” e riescono ad influenzarci soprattutto quando vi restiamo esposti per molto tempo.

Questo accade solitamente e in modo pù preponderante alle persone empatichea coloro che riescono a mettersi nei panni degli altri e non si rendono conto di quanto facile sia assorbire la negatività di chi li circonda.

La negatività genera maggiore negatività

Anche se non siamo sempre disposti ad ammetterlo, uno studio condotto dall’Università dell’Indiana, ha rivelato che le opinioni degli altri ci influenzano e influenzano anche il nostro comportamentoQuesti psicologi hanno scoperto che le opinioni negative hanno un impatto maggiore e generano un maggiore cambiamento di atteggiamento rispetto alle opinioni positive.

Nell’esperimento, i partecipanti allo studio dovevano esaminare diversi prodotti e poi condividere le loro opinioni con gli altri, sia positive che negative. I ricercatori hanno rilevato che le opinioni negative influenzavano l’atteggiamento dei partecipanti nei confronti dei prodotti.

Ma c’è una cosa ancora più sorprendente: le persone che in precedenza avevano avuto un atteggiamento positivo, erano i più suscettibili all’influenza delle opinioni negative degli altri. Inoltre, quando a queste persone è stato concesso di interagire faccia a faccia con coloro che avevano le opinioni negative, la negatività è aumentata. Questo esperimento invia un chiaro messaggio: la negatività genera negatività!

La tristezza si diffonde come un virus

Gli psicologi dell’Università di Harvard hanno, invece, analizzato il legame tra stati emotivi e modelli relazionali. Non hanno tenuto conto delle emozioni spontanee che spesso proviamo quando condividiamo le stesse esperienze con gli altri, ma si sono piuttosto concentrati sull’impatto dei cambiamenti emotivi che influenzano gli stati emotivi delle persone più vicine a noi.

Hanno scoperto che esiste un “modello di propagazione”, come per i virus, e che le fonti di infezione sono maggiori nel caso della tristezza piuttosto che della felicità. In altre parole, ogni amico felice aumenta le nostre possibilità di essere felici dell’11%, ma basta un solo amico triste per raddoppiare le nostre possibilità di essere infelici.

Gli psicologi concludono dicendo che le emozioni negative sono come l’influenza: più amici abbiamo che si ammalano, maggiori sono le possibilità di contrarre l’infezione. Questo vale per la tristezza e per la disperazione.

Anche l’ostilità e il cattivo umore sono contagiosi

Siamo spesso a contatto con il cattivo umore e l’ostilità altrui e, non appena questo accade, qualcosa cambia nel nostro cervello, cambia il nostro modo di percepire il mondo. Interpretiamo le interazioni in modo più rude, e questo ci farà assumere lo stesso atteggiamento ostile e ombroso che finirà per diffondersi.

Tutto ciò è stato dimostrato, questa volta, dagli psicologi dell’Università della Florida, che hanno chiesto ad un gruppo di persone di partecipare ad un incontro con un partner assegnato in modo casuale. I ricercatori hanno scoperto che gli individui maggiormente esposti ad atteggiamenti rudi, mostravano più probabilità di essere scortesi con il partner successivo.

Successivamente hanno chiesto ai partecipanti di comporre delle parole con una serie di lettere confuse messe a loro disposizione. In questo modo hanno osservato che coloro che erano stati esposti ad un atteggiamento rude, trovavano con più facilità parole relative ad emozioni negative.

Questo dimostra che le interazioni agiscono come un filtro; quindi, se siamo esposti a interazioni negative, tendiamo ad analizzare tutto da un punto di vista negativo e questo è esattamente ciò che vediamo.

Circondati di persone che tirano fuori il meglio di te

Anche se non lo vogliamo, gli umori delle persone intorno a noi, possono avere un grande impatto sulle nostre emozioni e atteggiamenti. Questo è il motivo per cui è importante essere molto attenti quando scegliamo le persone da far entrare nella nostra cerchia ristretta.

Essere costantemente esposti al cattivo umore e alla negatività, finirà per presentare un conto da pagare, quindi, è fondamentale essere circondati da persone che possono tirar fuori il meglio da noi. Ovviamente, dobbiamo anche assicurarci di diventare noi stessi persone da cui gli altri possano percepire un’energia positiva.

La buona notizia è che quando siamo consapevoli del fatto che c’è un contagio emotivo, possiamo agire come equilibratori, incoraggiando gli altri a concentrarsi sul lato più positivo delle cose. È vero che le emozioni positive sono molto meno contagiose, ma è un grande dono che possiamo offrire a qualcuno, quando sta passando un brutto momento.

Fonte: https://quantisticamente.it/la-negativita-contagiosa-circondati-persone-riescono-tirare-meglio/

via fisicaquantisitica.it

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER