di Carmen Di Muro 

Tutta la natura è un continuum. L’architettura della vita è disposta in schemi che ripetono perpetuamente se stessi, e il mondo dell’energia è molto più complesso nelle sue dinamiche rispetto a quello materiale.

Ciò che vediamo e tocchiamo, trova concretizzazione dapprima nell’invisibile, laddove lo sguardo non vede, né la nostra mente comprende, ma soltanto l’anima afferra interamente.

Ogni cosa presente nel reale è composta da atomi, i quali a loro volta sono costituiti da particelle cariche elettricamente, che oscillando producono campi elettromagnetici. Il loro moto non è originato da forze esterne, ma parte dall’interno ed è ciò che in fisica viene definito “moto per risonanza”. Grazie a queste intrinseche oscillazioni, tutti gli esseri viventi risuonano all’unisono con il campo gravitazionale, in virtù della forza delle vibrazioni emozionali prodotte. […]

I campi energetici: il potere di modificare la realtà

La presenza dei campi energetici all’interno e intorno al corpo umano, è provata in modo stringente, ma la ricerca sempre di più, oggi, ci ha fornito una spiegazione logica di come questi campi agiscano sulle cellule e sul benessere globale dell’intero organismo. L’agente in grado di determinare l’interazione tra molecole del corpo umano è il campo elettromagnetico vitale.

Ogni cellula del nostro corpo è immersa in un ambiente, esterno ed interno, di fluttuanti forze magnetiche invisibili che possono influire virtualmente sui circuiti del sistema biologico. Pertanto dovrebbe essere facile mettere in relazione il come una vibrazione imposta esternamente possa avere un’influenza sulla nostra fisiologia, ma soprattutto come sia l’energia delle emozioni umane ad avere il più grande potere di influenzare gli stati mentali ed emozionali personali ed altrui, soprattutto se queste in sé posseggono una carica dominante in termini di polarità positiva o negativa.

Accordarsi alla realtà esterna in virtù di una carica dominante, equivale a livello concreto, al far sì, che il mondo fisico intorno a noi subisca e venga a modificarsi in virtù della vibrazione con cui ci siamo sintonizzati. Ciò perché noi non soltanto l’assorbiamo in questo gioco di scambi, ma diventiamo produttori attivi della stessa frequenza. Tali frequenze una volta generate si andranno ad accordare con energia della stessa intensità vibrazionale presente nell’ambiente, presiedendo alla formazione di tutto ciò che avremo modo di sperimentare sotto forma di realtà fenomenica ed effettiva.

Non soltanto gli eventi che giungeranno nella nostra vita, saranno lo specchio della carica principale dei moti emozionali e di pensiero, ma il corpo, diventerà la terra dove prenderanno forma visibile le dinamiche sottili che si svolgono dentro di noi.Ciò non è attribuibile all’azione del caso, ma è dato dalla mescolanza tra vibrazioni interne ed esterne e dalla comunicazione armonica tra l’energia di anima, psiche e corpo.

Una volta che il ciclo energetico si sarà innescato e da ricevitori diventeremo produttori attivi di frequenze disarmoniche e nocive, nella materia che ci circonda i danni saranno irreparabili. Il corpo e i suoi ritmi biologici, l’ambiente e le relazioni risentiranno inevitabilmente della frequenza prodotta, e la vibrazione dominante che ci permea andrà ad incarnarsi modificando la materia vivente e l’integrità dei processi fisiologici, in bene o in male. […]

Malattia ed energia: la chiave della guarigione

La chiave della guarigioneQuando il corpo o la mente si ammala, bisogna fermarsi ed osservare tutta la propria vita, in particolare ciò che sta accadendo nel ‘qui ed ora’ della propria esperienza, esplorando ogni meandro della propria anima, così da mettersi davanti al proprio specchio interiore per capire la causa effettiva del malessere, molto spesso dovuto ad un blocco dell’energia emotiva che si è sedimenta nel corso del tempo nei comparti somatici. Comprendere e, consequenzialmente, riposizionarsi nei confronti della vibrazione dominante prodotta, diventa il passo fondamentale per varcare la porta della guarigione interiore. […]

Tutto si evolve secondo una determinata traiettoria d’azione, nulla viene lasciato al caso, ma tutto combacia con il medesimo cerchio evolutivo, in base al tipo di energia su cui siamo connessi, un livello di coscienza rinnovato nel ritrovare il centro, il traguardo di arrivo verso il cuore, che scegliamo attimo dopo attimo in base all’accordo del tipo di frequenza. Non esiste attesa inerte, perché tutto si muove anche se ogni cosa sembra apparentemente distante e non in connessione, ogni cosa si riflette a grande distanza come lo specchio di ciò che abbiamo pensato sin ora.

Tutto si accorda sul medesimo cerchio ellittico, per poi trasformarsi in magica pozione di vita concreta. Come nel macrocosmo in cui le orbite dei pianeti sono sempre delle coniche, in particolare ellissi, parabole o iperboli a seconda che l’energia totale sia positiva, neutra o negativa, così nel microcosmo interiore la nostra energia emozionale segue la stessa direzione propagandosi intorno a noi, nell’ambiente esterno. Essere lontani da noi stessi, dalla nostra vera natura più profonda che è fatta di quanti di luce, vuol dire limitare quella forza energetica che si sprigiona in fondo al petto rischiarando i giorni migliori, quelli in cui si vive nel pieno dell’animo umano, nella bellezza di ciò che ci circonda e che muove la vita nell’attimo presente.

Articolo di Carmen Di Muro

Estratto dal libro: “Anima Quantica” – Nuovi orizzonti della psiche e della guarigione, di Carmen Di Muro, Anima Edizioni

Fonte: http://www.scienzaeconoscenza.it/articolo/le-frequenze-dominanti-del-campo-quantico-la-porta-verso-la-guarigione.php

via FisicaQuantistica