Curiosità Psicologia

Le persone cattive possono cambiare?

Le persone incapaci di ragionare, quelle che sono convinte di avere sempre ragione e che c’è sempre un responsabile dei loro errori o delle loro mancanze, quelle che circondano continuamente con il loro sarcasmo ed insolenza oppure che lasciano attoniti con la loro maleducazione, ma non accettano gli scherzi, quelle che agiscono con malizia e meschinità, e nel frattempo invidiano, senza dissimularlo, i successi altrui, quelle amareggiate che cercano di entrare con la loro ostilità nella vita degli altri per dare conferma alla loro visione negativa del mondo… possono davvero cambiare?

La loro negatività ed i loro modi sono responsabili delle nostre risposte emotive. Non sono in grado di ragione, perché la rabbia, l’ira ed i loro modi sono concetti con cui interpretano il privilegio di vivere. Di fronte a queste persone, l’unica soluzione è evitarle e MANTENERE LA CALMA. Nel caso in cui non si riesce a portare a termine il difficile compito di mantenere la pazienza, la cosa migliore è ALLONTANARSI DA LORO con una distanza il più efficace possibile.

Dovremmo essere gentili con persone che agiscono sempre in questo modo?

Gli esperti dicono che quando sviluppiamo atteggiamenti di cortesia e civiltà, le persone che si scambiano tali comportamenti traggono beneficio a vicenda. Con il nome di “estasi della persona che aiuta” è conosciuto l’effetto che si produce quando mettiamo in atto la nostra educazione e condotta; si attiva un gran numero di ormoni e neurotrasmettitori positivi per la nostra salute. Molti studi confermano che le persone gentili e compassionevoli hanno una vita più sana, lunga e di successo rispetto ai cretini consolidati.

Tutti qualche volta dobbiamo far fronte ad una maleducazione occasionale, la quale non ha nulla a che vedere con l’atteggiamento delle persone cattive. Alcune azioni quotidiane possono identificarci a queste persone così sgradevoli.

Insulti, contatto fisico non richiesto, minacce, intimidazione verbale e non, umiliazione pubblica, ignorare le persone come se fossero invisibili, interruzioni maleducate… per non essere vittime di questi comportamenti, bisogna sviluppare l’arte dell’indifferenza, bisogna ridurre il tempo di contatto con queste persone e se il nostro benessere mentale ci appare fragile, allontaniamoci definitivamente, se è l’unica soluzione.

via La Mente Meravigliosa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy Cookie Policy