,

Lettura dello stato energetico dei chakra attraverso l’iride

“L’occhio è la lampada del tuo corpo; quando il tuo occhio è sano, tutto il corpo è pieno di luce”
Luca 11,34

L’iride o Iris per gli antichi greci è l’arcobaleno, non a caso la sequenza dei colori dell’arcobaleno la ritroviamo nella sequenza dei 7 chakra del nostro sistema energetico.

Molte mappe topografiche suddividono l’iride in 7 settori circolari, esattamente come 7 sono i chakra.

Partendo da queste analogie apriamo una visione dell’iridologia molto profonda, che si basa sulla consapevolezza che la materia è infusa ed attraversata da energie sottili. Questa energia, che i cinesi chiamano qi si manifesta attraverso la vibrazione, scorrendo lungo una rete di canali nel nostro corpo: i meridiani.

I sette chakra sono strettamente connessi al nostro sistema di meridiani, sono centri energetici, dei trasformatori, hanno lo scopo di assorbire l’Energia Universale, metabolizzarla ed alimentare il nostro corpo energetico attraverso la rete dei meridiani.

Immaginiamoli come dei piccoli vortici, imbuti, ruote, o come dei bellissimi fiori, che, disposti lungo il nostro corpo si intersecano ai meridiani dando vita a degli snodi energetici di estrema importanza.

Ogni chakra, situato in un determinato settore del nostro corpo è corrispondente a determinati organi, apparati e ghiandole. L’equilibrio funzionale dei chakra, la loro apertura, e la loro vibrazione irradiante determina il buon fluire dell’energia attraverso i nostri meridiani, questo equilibrio apporta energia vitale ad ogni cellula del nostro corpo.

In altre parole l’equilibrio dei chakra determina il nostro stato di salute.

Metafisica, magia, religione? No, nulla di più strettamente legato alla materia!

L’iride è quindi il portale visibile delle nostre energie sottili, il centro di raccolta del nostro stato vibrazionale: luce e colore, vibrazione e movimento, tutto è impresso in questa finestra circolare, chiamata iride, che si dipana concentricamente dalla pupilla.

Attraverso questa comprensione, voglio approdare ad una lettura dell’iride che tiene conto delle energie sottili, ciò che spesso si considera invisibile in realtà è sempre rappresentato, scritto, impresso nel nostro corpo, visibile a chiunque voglia leggere ed accogliere le leggi universali che sottostanno alla salute dell’uomo.

Nelle più recenti mappe topografiche dell’iride vediamo come l’iride sia suddivisa in sette anelli concentrici, sette anelli per sette chakra. Ogni anello, a partire dal più vicino alla pupilla corrisponde a determinati organi, meridiani, apparati e quindi a determinate emozioni, vibrazioni, paure, funzioni del nostro organismo.
Tutto parte dal centro, dalla pupilla, le cui pulsazioni non sono riconducibili al ritmo cardiaco e nemmeno a quello del nostro respiro, si è visto piuttosto come il suo misterioso movimento può essere ricondotto alla risonanza vibrazionale delle nostre energie sottili.

La pupilla quindi vibra al ritmo dei nostri chakra, e, tanto più la pulsazione è regolare ed armonica allora i chakra sono ben aperti, quando invece il suo ritmo è irregolare possiamo dedurre un blocco dei chakra.

Il primo chakra, quello delle nostre radici, situato nella zona del perineo attiene alle funzioni vitali più primitive corrisponde alla nostra sopravvivenza, al nostro rapporto con la terra
il secondo chakra, in relazione alla sessualità, al piacere e alla creatività è collegato agli organi sessuali
il terzo chakra, a livello dell’ombelico all’altezza del plesso solare, corrisponde alla nostra volontà e al nostro potere di realizzazione sociale
il quarto chakra, chiamato anche chakra del cuore, è associato alla nostra capacità di amare incondizionatamente e senza limiti
il quinto chakra, all’altezza della gola, attiene alle nostre capacità comunicative e di espressione
il sesto chakra, detto anche terzo occhio, corrisponde alla nostra ghiandola pineale, collegato quindi alle nostre capacità di visione superiore ed intuizione profonda
il settimo chakra, o chakra della corona, è il nostro portale verso l’universo, la sede ultima delle illuminazioni, il chakra dello spirito

Sovrapponendo la mappa topografica dell’iride allo schema dei 7 chakra abbracciamo una nuova ed illuminante lettura dell’essere umano, ciò fornisce una comprensione più profonda della vita stessa e dei meccanismi che regolano il nostro stato di salute.

L’iride rappresenta una delle più preziose zone riflesse del corpo, una delle più informative. Rivela lo stato dei nostri organi, le nostre malattie passate, il nostro stato attuale e ci può rivelare molto anche del nostro stato futuro.
Comprendere le informazioni scritte nell’iride è un ottimo strumento di prevenzione.

via Medicina dell’Anima

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Stress, fame e fumo cambiano il nostro DNA?

Le cose stanno esattamente così come CREDI e il motivo è proprio che tu ci CREDI