Curiosità

Maturare significa vedere l’amore nell’anima delle persone

Man mano che maturiamo, molte delle nostre credenze si evolvono – tra tutte anche la nostra prospettiva sull’amore. Maturare implica comprendere l’amore in maniera diversa, più profonda e, talvolta, più semplice. L’amore maturo risponde ad un bisogno intenso che richiede un lungo periodo di crescita per poter essere soddisfatto.

Ciascuno di noi ha un proprio concetto relativo al significato dell’amore, fondamentale poiché rispecchia tutto quello che si cerca in una relazione. Nel dare forma alla nostra percezione dell’amore, giocano un ruolo fondamentale i preconcetti e le credenze personali.

Esistono due tipi di amore: da una parte quello adulto o coniugale descritto come un’amicizia amorosa che include affetto, fiducia, rispetto, lealtà e conoscenza intima; dall’altra l’amore passionale o infantile che consiste in uno stato emotivo selvaggio, in cui regna la confusione di sentimenti ed emozioni come la tenerezza, la sessualità, la gioia, il dolore, l’ansia e la gelosia. Gli studi dicono che questo tipo di amore possa durare dai 6 ai 30 mesi, talvolta con possibilità di ripresentarsi.

Il tempo è l’elemento infallibile che ci consente di vedere con gli occhi del cuore ed apprezzare ciò che è autentico. È con il passare del tempo che le esperienze ci avvicinano all’amore adulto, rendendoci liberi di esprimere i nostri sentimenti e trovando la capacità di riconoscere gli stati più profondi dell’animo dell’altro imparando a guardare attraverso i suoi occhi.

L’amore è la conoscenza del tu attraverso l’io”

-Kierkegaard-

L’amore adulto

Un concetto fondamentale per gli adulti e l’amore è l’autonomia. Può sembrare una contraddizione associare l’unione di due anime all’idea di autonomia, tuttavia, quest’ultima non può essere separata dal concetto di autostima. Gli individui autonomi sanno che nessuno è al mondo per soddisfare le loro necessità: sanno che per quanto amore e comprensione esista tra due persone, ciascuno è responsabile in ultima istanza di se stesso, ciascuno è responsabile della propria felicità.

Maturando impariamo a dare un valore corretto a tutto quello che viviamo, apprezzando l’essenza dell’altro ed accettandolo nelle sue virtù e nei suoi difetti. L’amore adulto impartisce lezioni di vita, permette di comprendere l’essenza dell’altra persona. L’amore egoista ed infantile, invece, cerca di ferire, incatenare una persona o sottrarla al luogo a cui appartiene.

L’atto di amare soddisfa un’ansia, il desiderio di offrire tenerezza. Al contrario, essere amato risponde ad un’altra necessità: quella individuale di essere amati ed apprezzati. Se amare rappresenta una sorta di realizzazione personale, l’essere amato ne è la conseguente ricompensa. I principi secondo i quali scegliamo un partner si basano sull’interazione tra le caratteristiche di una persona e la nostra capacità di apprezzare tali qualità.

Amare ed essere amati non è l’unico piacere in una relazione di coppia matura: esiste anche la soddisfazione nel proteggere, aiutare e guidare l’altro, provando al tempo stesso una sensazione di fiducia e sicurezza.

Maturare è la capacità di sopportare l’incertezza.

Perché viviamo in coppia?

Negli ultimi 10 anni si è cercato di tracciare il profilo di uno sviluppo normale dell’amore dall’adolescenza fino alla maturità, che ha portato ad evidenziare un processo di sviluppo tipico. È stato possibile osservare come nella transizione verso la maturità tendiamo ad impegnarci seriamente negli aspetti importanti della vita, come l’amore, slegandoci da influenze anteriori.

È questa la fase in cui ci sentiamo maggiormente preparati ad impegnarci in una relazione intima con un’altra persona, a formalizzare l’unione, a vivere insieme, a contrarre il matrimonio. Le persone si uniscono seguendo un bisogno di sicurezza e di auto-affermazione legato all’atto di abbandonare la casa materna, oltre che spinti dalla necessità di realizzare un obiettivo vitale come quello di amare ed essere amati.

La maggior parte dei problemi di coppia di solito deriva da rigide esigenze romantiche legate all’amore e alla coppia, che sono però molto distanti dai concetti di maturità e obiettività. Simili idee distorte proprie dell’amore passionale o infantile possono far barcollare persino coppie che si completano alla perfezione.

In definitiva, l’amore adulto si nutre di esperienze condivise e non cede di fronte ad eventuali conflitti e pericoli interni. La vera saggezza dell’amore ha radici nella sua stessa capacità di evolvere, a prescindere dalle infiltrazioni e dalle ferite tipiche delle relazioni emotive.

Esistere vuol dire cambiare, cambiare significa maturare, maturare è creare se stessi.

via La Mente Meravigliosa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER