Infanzia Psicologia

Metodo Montessori: 10 consigli per liberare il potenziale di tuo figlio

Se siete incuriositi dal metodo Montessori per l’educazione dei bambini potrebbe esservi utile approfondire i punti del nostro decalogo dedicato ai genitori che vogliono crescere figli felici e indipendenti.

Secondo Maria Montessori i bambini devono vivere in un ambiente ricco di stimoli e di materiali adatti all’apprendimento. Devono imparare a fare da soli e i genitori li possono aiutare a conquistare l’autonomia.

Anche sei vostri figli non frequentano una scuola o un asilo Montessori, potreste mettere in pratica a casa alcuni spunti tratti da questo metodo educativo che punta all’autonomia del bambino.

Ecco il decalogo dei genitori Montessori, per liberare il potenziale dei figli.

1) Come educare bambini felici

Secondo Maria Montessori, al centro dell’apprendimento troviamo il bambino stesso con la sua esigenza di apprendere e di imparare all’interno di un ambiente ricco, vario e stimolante. I bambini stessi possono essere lasciati liberi di scegliere i materiali, i giocatoli e gli strumenti che preferiscono utilizzare in un determinato momento, perché ogni esperienza rappresenta un’occasione di apprendimento.

2) Come applicare il metodo Montessori

Le attività proposte ai bambini dovrebbero stimolare la loro sete di conoscenza e nello stesso tempo aumentare la loro capacità di concentrazione e di disciplina. Si parla così per il Metodo Montessori di un metodo pedagogico per la formazione e la crescita di bambini liberi e autonomi in grado di badare a se stessi, di affrontare la vita e di rispettarne le regole.

3) Come creare giochi e mobili Montessori

In vendita troviamo diversi materiali e giochi Montessori, ma a dire la verità si tratta spesso di articoli piuttosto costosi.

Per questo motivo i genitori si possono impegnare a creare mobili, giochi e materiali Montessori grazie al riciclo creativo e al fai-da-te.

“Nei Paesi in cui l’industria del giocattolo non è tanto progredita, troverete bimbi molto differenti: sono più calmi, sani ed allegri.”

4) Lavoretti e faccende domestiche in base alle età

Secondo il metodo Montessori possiamo suddividere i lavoretti e le faccende domestiche a cui i bambini possono dedicarsi in base alle età. I bambini sono naturalmente attratti dalle attività che hanno degli obiettivi finali chiaramente definiti. Amano sentirsi utili agli occhi dei genitori ed è per questo che il loro contributo ai lavori domestici può essere importante.

5) Come riportare la calma

Se volete riportare calma e tranquillità tra i bambini provate a costruire un semplice gioco ispirato al metodo Montessori. Si tratta del barattolo della calma, un invito per i bambini a fermarsi un attimo e a fare qualche respiro profondo dopo essersi sfogati.

6) Come facilitare l’apprendimento

La learning tower o torretta per l’apprendimento è uno strumento molto raccomandato per chi ha introdotto il metodo Montessori in famiglia. Si tratta di una torretta che permette al bambino di avere a disposizione un supporto per raggiungere i ripiani e le superfici della casa che altrimenti non potrebbero essere alla sua portata.

7) Imparare i colori

Come altri strumenti del metodo Montessori, la realizzazione della ruota per imparare i colori prende le mosse da oggetti che fanno parte della vita quotidiana con cui anche i bambini dovrebbero avere l’occasione di entrare in contatto. Così i genitori potranno creare la ruota dei colori dal riciclo creativo delle mollette da bucato.

8) Imparare la matematica

Il metodo Montessori per imparare la matematica è davvero molto pratico. Infatti si basa su tavole per imparare a contare e a fare le addizioni, le moltiplicazioni e le divisioni utilizzando dei materiali molto semplici che aiutano i bambini ad avvicinarsi alla matematica in modo ludico. Non vi resta che sperimentare le tavole per imparare la matematica.

9) Imparare a riconoscere gli oggetti

Il metodo Montessori prevede di utilizzare giochi e materiali educativi che stimolino la curiosità e la manualità del bambino. I piccoli dovrebbero trascorrere ogni giorno del tempo in un ambiente ricco di spunti per l’apprendimento. Un esempio è la scatola dei misteri per imparare a riconoscere gli oggetti.

10) Invertire i ruoli

Vi siete forse resi conto che a volte i ruoli tra bambini e genitori si possano invertire? Secondo Maria Montessori, a volte i bambini sono così bravi a comprendere gli adulti da decidere di assecondarli per renderli felici.“Spesso, tra bambini e genitori, si invertono le parti. I bambini, che sono degli osservatori finissimi, hanno pietà dei loro genitori e li assecondano per procurare loro una gioia” (Maria Montessori)

Altri 10 utii consigli vengono dalla guida pratica “Come liberare il potenziale del vostro bambino”, ricca di attività di gioco da realizzare attraverso l’utilizzo di oggetti semplici da recuperare anche in casa; suggerimenti interessanti che trovano, nella proposta educativa montessoriana, la loro ispirazione.

tv

L’autrice è Daniela Valente, mamma appassionata al metodo Montessori, che invita madri e padri a porsi come attenti osservatori dei loro figli. In questo modo i figli non sono oggetti a cui destinare le proprie proposte, ma persone che hanno bisogno di un ambiente preparato con cura, con molte e diversificate attività offerte alla libera scelta e che rispondano al grande bisogno di toccare, manipolare, esplorare con tutti i sensi, alimentando e sostenendo in questo modo il naturale percorso di crescita di ciascun bambino.

Marta Albè – GreenMe

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy Cookie Policy