Curiosità

Omraam Mikhael Aivanhov : SULL’ESSENZA SOLARE DELL’ENERGIA SESSUALE *da leggere e riflettere*

Non ci si deve fermare lungo il cammino, ma si deve andare oltre il limite del piacere, smettere di stagnare a quel livello troppo basso: si deve salire, oltrepassare le nuvole fino a contemplare il sole.

Ecco perché non dovete mai dimenticare di mettere in tutte le vostre azioni uno scopo luminoso. Qualunque cosa facciate, sia che stiate mangiando, camminando o abbracciando qualcuno, abbiate come scopo la luce. Non fate nulla unicamente per il vostro piacere! Direte: «Ma se non si prova più piacere, non ha alcun senso!» Non mi avete compreso. In realtà tutto avanza di pari passo: non appena sono presenti la luce e il calore, ossia l’intelligenza e l’amore, il piacere segue automaticamente. È solo la qualità del piacere che cambia, la sua natura, la sua intensità. Meditate dunque, riflettete, e non dimenticate mai che dovete spingervi fino alla luce. Finché il vostro modo di amare non vi porta la luce, è segno che non vale la pena di continuare in quella direzione. «È vero, — direte voi — per dieci volte non mi ha dato niente, ma può darsi che l’undicesima… » No, così ci rimetterete le penne e non otterrete nulla, fintantoché la vostra meta non è la luce.

Che cosa cerca un uomo in una donna? Certo, quando lo si osserva agire, sembra non cercare altro che forme molto materiali, “ben in carne”, come si suol dire. Ma perché non è mai veramente soddisfatto? Perché ignora che ciò che sta cercando, in realtà non è quel tipo di materia, ma un’altra, fine e sottile, che la donna è l’unica a possedere, e di cui egli ha bisogno. Purtroppo il poveretto non riesce a trovarne molta, in quanto egli stesso non sa bene cosa stia cercando nella donna, e dato che la donna non ha la consapevolezza di possedere quella quintessenza così preziosa, non fa nulla per elaborarla e offrirla a lui. Quanto alla donna, ciò che ella cerca nell’uomo è la forza, la forza di uno spirito superiore. Ma ciò che più sovente trova è la forza bruta, la violenza, oppure la debolezza. Nessuno dei due è in grado di fornire all’altro ciò di cui ha bisogno, ed è per questo motivo che rimangono insoddisfatti.

Sì, attraverso i loro abbracci e i loro amplessi, uomini e donne non cercano che una cosa: la quintessenza più pura della Madre Divina e la forza più pura del Padre Celeste. Finché non la troveranno, i loro scambi non potranno mai essere ideali. Ed è proprio ciò che accade continuamente: due animali che fanno degli scambi. Ma quando due esseri che si amano possiedono la coscienza, il pensiero, lo stimolo e il desiderio di dare all’energia sessuale una destinazione divina, allora tutto diventa sacro. Non sono i processi di per sé a essere puri o impuri, colpevoli o innocenti, bensì il loro contenuto, il loro fine, ciò che occupa la mente dell’uomo e della donna. Dal punto di vista fisico non esistono novanta modi di avvicinarsi, ma uno solo. È nel campo eterico che esistono migliaia di modi per vivere l’amore. Sul piano fisico non c’è che un modo, quello tradizionale, quello cosmico — chiamatelo come volete — e non si può rimproverare agli esseri umani di non averne trovati altri. Come fare, almeno per il momento, ad avere un figlio in un modo diverso da quello usato da millenni? È impossibile (lasciamo da parte le ultime scoperte della scienza sull’inseminazione artificiale e sui bambini nati in provetta, poiché ci porterebbe troppo lontano). Ma nell’anima, nel cuore e nel pensiero, l’ amore offre moltissime sfumature e moltissime possibilità di espressione… fino all’infinito.

In realtà, non è solo nel momento in cui l’uomo feconda fisicamente una donna che i suoi organi sessuali sono attivi. Così come gli occhi, per esempio, esprimono ad ogni istante qualcosa del mondo interiore, allo stesso modo anche il sesso rispecchia ed esprime la vita interiore. Si tratta soltanto di emanazioni, di radiazioni eteriche, ma tali radiazioni non sono le stesse in tutti gli uomini; la loro qualità dipende dalla vita che l’uomo conduce: se quella vita è spirituale o animale.

L’uomo perfetto, l’uomo ideale, l’uomo tale quale l’Intelligenza cosmica lo ha creato nei suoi laboratori, è simile al sole, e ciò che emana da lui è della stessa quintessenza della luce solare, ma allo stato eterico. Ecco perché coloro che abusano di questa forza, anziché comprendere che essa è impregnata della santità, della luce e della vita del sole, e che potrebbero servirsene per delle creazioni magnifiche, vengono puniti dal sole che li priva dei suoi tesori più preziosi.

Quanto più un essere si avvicina alla perfezione, tanto più le sue emanazioni diventano simili alla luce: come la luce, esse si propagano attraverso lo spazio e le creature che sono sensibili le ricevono e ne beneficiano. Ecco perché gli uomini e le donne devono cercare di raggiungere la perfezione del sole: perché è sempre la stessa forza, è la stessa energia solare che esce attraverso il loro cervello, i loro occhi, le loro mani, la loro parola, il loro pensiero e anche attraverso i loro organi sessuali. E, come la luce del sole, la forza sessuale porta le sue benedizioni non soltanto agli esseri umani, ma anche alle piante, alle pietre e a tutta la natura. L’Intelligenza cosmica ha concepito la Creazione in modo divinamente vasto e bello; sono gli esseri umani che deformano tutto, sminuiscono tutto, deturpano tutto.

L’energia sessuale è della medesima natura dell’energia solare. Questo concetto deve incoraggiarvi a diventare più puri, più luminosi. A che cosa serve ascoltare rivelazioni del genere se queste non producono su di voi dei risultati benefici, se non suscitano in voi il desiderio di ritornare simili a quell’essere primordiale che uscì dai laboratori del Signore, radioso come il sole…

Così come il sole anima tutti i pianeti, allo stesso modo esistono esseri capaci di animare e vivificare tutte le creature, risvegliando nel loro cuore e nella loro anima degli slanci sublimi. Molte donne preferirebbero essere stimolate e ispirate da una forza di natura più spirituale che fisica, ma poiché pochissimi uomini sulla terra sono abbastanza coscienti, illuminati e padroni di sé per ispirarle nei piani superiori, esse sono obbligate ad accontentarsi di ciò che viene loro offerto. L’uomo feconda la donna esattamente come il sole fertilizza la terra, ma ora è venuto il momento che egli impari a dare dei semi nel piano spirituale, affinché la donna possa mettere al mondo dei figli divini nella sua anima e nel suo cuore. È giunto il momento di cominciare a comprendere l’amore nel suo stato di purezza ideale.

L’elisir della vita immortale è contenuto nei raggi del sole, e quindi lo si può bere ogni mattina. Ma in luogo di essere presenti e ben attenti a non sciupare tutta quella ricchezza, gli esseri umani hanno la mente altrove, e poi dicono di voler scoprire i misteri dell’Universo. Ma quei misteri sono là, nel sole, talmente splendenti che quasi accecano! Ah no, cercano quei misteri nei libri o non si sa dove. Povera umanità… Quando riuscirà a vedere che tutti i misteri si trovano nel sole?

In futuro tutti si eserciteranno a raggiungere quell’amore, quella forza, quella vibrazione che domina la materia, e non penseranno ad altro che a scambiarsi particelle di luce della più grande purezza. Quando due persone provano l’una per l’altra un amore molto elevato, quando si amano per la loro anima e il loro spirito, che sguardi si scambiano! A loro basta uno sguardo per essere incantate l’una dell’altra, uno sguardo divino… Sappiate anche che quando in avvenire un uomo e una donna vorranno mettere al mondo un figlio, saranno semplicemente l’uno fra le braccia dell’ altro, si guarderanno come per donarsi il Cielo, e i loro pensieri saranno così concentrati e il loro amore così intenso, che poco dopo uno spirito verrà a incarnarsi presso di loro: il suo corpo sarà fatto delle particelle pure e luminose che quell’uomo e quella donna avranno emanato insieme. Siete stupiti, eppure ciò è possibile. Si tratta di un avvenire lontano, ma tale evoluzione rientra nei progetti dell’Intelligenza cosmica

FONTE: http://www.fratellanzadiluce.com/2011/10/omraam-mikhael-aivanhov-sull-solare.html

via Cammina nel Sole

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER