Curiosità

Perché gli amori impossibili segnano così tanto?

Chi non si è mai innamorato di qualcuno con la quale riesce a malapena a relazionarsi? Lo studente che prova qualcosa per l’insegnante, i cugini adolescenti, qualcuno che vive lontano, o anche chi è già coinvolto. La letteratura e il cinema sono pieni di storie che alimentano le nostre passioni platoniche.

Romeo e Giulietta, la coppia che simboleggia l’amore proibito, rende anche l’ideale romantico universale, ma che ci perseguita dalla tragica fine della trama. Le famiglie nemiche minano l’unione di giovani che hanno giurato amore eterno e preferiscono morire piuttosto che trascorrere un’esistenza lontana l’uno dall’altro.

Ma se ci sono così tante persone nel mondo, perché siamo attratti da chi non possiamo avere?

A volte capire il sentimento umano è come entrare in un labirinto senza via d’uscita. Possiamo innamorarci della mancanza, della cura e dell’attenzione che si ha, dell’ammirazione e soprattutto perché cerchiamo di colmare le lacune del cuore. Inoltre, l’idea di avvicinare il diverso, il contrario e il difficile è molto allettante per coloro che non sono soddisfatti di compiti semplici e facili.

Crediamo che l’altra persona ci completi e che non ci sentiremo mai più soli. È piena accettazione, un abbraccio che porta la promessa di durare per sempre.

È normale idealizzare le relazioni che non sono altro che illusioni e che in seguito possono causare rimpianti per lo squilibrio emotivo che ci hanno causato. È quando il principe si trasforma in rana e la fata diventa una strega, che si distruggono i nostri castelli più incantati. Creiamo aspettative che ci portano ad atteggiamenti impulsivi, alla sofferenza e alla frustrazione di un sogno rarefatto che esisteva solo nel mondo fantastico che abbiamo inventato.

La sensazione non corrisposta è ancora più dolorosa e difficile da guarire, e arriva un momento in cui dobbiamo lasciar andare, perché non vale nemmeno la pena di ricordare. Il rifiuto della persona amata è umiliante, e porterà a crisi molto gravi e persino a malattie emotive. Dobbiamo stare attenti a non cadere nella trappola della dipendenza e dell’ossessione.

Ma anche se alcune relazioni non sono salutari per le ferite che lasciano, il fatto è che una passione travolgente esisterà sempre per coloro che una volta l’hanno sentita anche se non potranno viverla per intero.

È come una febbre latente, che emana calore ogni volta che la ricordiamo. Penseremo sempre a come sarebbe stato, se avrebbe funzionato, se saremmo stati davvero felici accanto al grande amore che ci è stato impedito di vivere.

D’altra parte, per raggiungere l’impresa di stare con qualcuno che sembrava inaccessibile, o per situazioni di pericolo, non solo per rendere la storia di un’avventura degna dei libri, ma anche per sostenere la nostra realizzazione di desideri e di superare le sfide servirà come un gioco in cui siamo incoraggiati a sviluppare strategie e talenti, insegnandoci a vivere con esperienze incredibili.

Una passione impossibile può anche essere trasformata in amore vero e reciproco, che può superare tutte le difficoltà e diventare forte e duraturo, precisamente dalle barriere superate. C’è la possibilità di amare semplicemente, poiché non c’è possibilità di condividere una vita per due in quel momento. È una decisione difficile, ma la maturità ci consente di fare quella scelta e vivere in modo sano ed equilibrato.

Tutti conosciamo casi in cui il sentimento è sopravvissuto al tempo e la riunione si è svolta in un nuovo contesto. Esattamente quando il possibile gira il tavolo e succede l’improbabile.

E anche se la vita ci fa seguire il percorso prevedibile, ci sono altri modi di far continuare ad esistere quella sensazione come un segreto conservato in una cassa di ricordi, un destino come il tesoro dei pirati in attesa di trovare una scorciatoia e rimanere sopresi con un nuovo finale, un’isola misteriosa scoperta in un viaggio senza sceneggiatura.

E se ci fermiamo a pensare, ciò che conta davvero nella vita è il fatto di poter amare, di avere dentro di sé la fiamma di un’esistenza piena con sentimenti grandi e nobili. E’ come avere una mappa in mano e vivere alla ricerca di esperienze magiche e confortanti che ci risvegliano i ricordi migliori e più dolci.

E anche se una storia non ha il finale comune delle fiabe, cosa ne sarebbe di noi senza le storie incredibili da raccontare?

via PensieriSinceri

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER