Ogni pensiero, ogni granello di polvere, ogni capo di abbigliamento, ogni più piccolo batterio e ogni elemento nel vostro spazio ha una vibrazione che emette una certa frequenza. Ogni oggetto ha un’energia così come ogni pensiero, forma pensiero, od ogni parola pronunciata. Questo può comportare l’accumulo di molta energia, soprattutto quando ci si trova in uno spazio con molte persone o cose.

Appare naturale quindi, che l’energia nel tempo possa ristagnare in un certo spazio o luogo e creare una certa determinata sensazione nell’aria. Abbiamo tutti sentito la netta differenza che c’è tra fare una passeggiata in un luogo dove l’aria è molto pulita e pura, rispetto a camminare, ad esempio, in un centro commerciale, dove c’è molta confusione ed energia stagnante.

La maggior parte di noi ha molta energia accumulata nel corpo e vive in case colme di queste energie. Siamo così abituati ad esse che non ce ne accorgiamo più, fino magari alla loro scomparsa. Inoltre, tutto ciò viene amplificato se il nostro spazio è stipato di oggetti e disorganizzato: è come se l’energia proveniente da tutte le cose e il disordine, si aggiungessero al resto. Quando si mette ordine in un luogo, infatti, generalmente ci si sente meglio e questo perché abbiamo smosso ed eliminato l’energia stagnante. Alla pulizia degli ambienti, tuttavia, si dovrebbe abbinare, di tanto in tanto, anche la “pulizia energetica”.

Per secoli, le persone hanno eseguito le fumigazioni, al fine di pulire via l’energia stagnante e negativa. Nei templi buddisti troverete incenso, in una cerimonia sciamanica viene usata la salvia e in un tempio del fuoco zoroastriano bruciano legno di sandalo. La fumigazione è una pratica che fa parte anche della tradizione dei nativi americani, da loro usata per ripulire l’energia negativa da uno luogo.

E i benefici sono reali e condivisi anche dalla scienza. Le erbe infatti quando vengono bruciate rilasciano ioni negativi, che la ricerca scientifica ha collegato ad uno stato d’animo più positivo. Inoltre, è  stato scientificamente dimostrato, che la fumigazione sgombra l’ambiente dal 94% dei batteri presenti nell’aria per almeno 24 ore.

Gli ioni negativi, in sostanza, catturano le particelle che hanno una carica positiva come batteri, muffa e allergeni, e allo stesso modo vengono catturate le particelle che contengono una vibrazione più bassa. Per questo motivo è importante mantenere sempre il locale areato durante la fumigazione, affinché il fumo e tutte le impurità che questo ha inglobato, possano lasciare facilmente la stanza. Quando, finalmente lo spazio è chiaro e pulito, anche il nostro stato vibratorio si risolleva naturalmente e ciò permette di sentirsi motivati, ispirati e creativi.

Quando e come utilizzare la salvia?

La salvia è considerata l’erba più efficace per la pulizia energetica e lascia realmente nell’ambiente trattato un senso di pace. È consigliato praticare la fumigazione con la salvia quando nell’ambiente c’è stata una brutta discussione, quando vi hanno soggiornato delle persone ammalate o quando si sente un senso di malessere. È anche consigliata quando ci si trasferisce in una nuova casa e, più in generale, ogni volta che si sente l’atmosfera “pesante”.

Ecco come procedere. Assicurarsi che l’area che si vuole ripulire sia ben ventilata. Tenere tutte le porte della casa aperte e anche un paio di finestre. È preferibile anche prima pulire e ordinare l’area che si desidera trattare. Prendete, quindi, un mazzetto di salvia e accendetene l’estremità, poi spegnete delicatamente la fiamma lasciando che il mazzetto continui a bruciare e ad emettere il fumo. Tenete una ciotola (non di plastica) sotto il mazzetto di salvia, per evitare che la cenere si sparga sul pavimento.

Impostate poi la vostra intenzione: questa è la parte più importante. Pensate a ciò che volete ottenere con questa fumigazione, per esempio, pulizia e guarigione, o riempire l’ambiente con energia positiva. Fate ora il giro di tutta la casa, preferibilmente in senso orario, cercando di far arrivare il fumo in tutti gli angoli e su tutti gli oggetti che volete purificare. Il fumo può anche essere utilizzato per purificare il proprio campo energetico facendoselo girare intorno. Quando avete finito lavate via la cenere dalla ciotola.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte: http://riccamente.blogspot.com/2017/01/pulizia-energetica-ambienti.html