Psicologia

Come riconoscere uno psicopatico accuratamente mascherato

La psicopatia non è soltanto quella pura. Ne esistono diverse forme di difficile identificazione. Una guida per riconoscerle.

Anche se il titolo dell’articolo potrebbe suonare un po’ strano, nella società contemporanea si stima che una nota percentuale della popolazione sia affetto da psicopatia. La psicopatia pura affligge intorno al 2% della popolazione. Tuttavia questa è quella più riconoscibile, infatti , uno psicopatico può rivestirsi in altre forme di psicopatia più, lievi, abbastanza diffuse e di difficile interpretazione.

Gli scenari della psicopatia pura sono in primo luogo quelli legati il mondo del crimine.

Gli scenari delle altre forme sono basati sull’apparenza e sulla finzione, come la politica, gli affari o la guida dei movimenti spirituali a solo interesse economico.

Queste persone sono solite avere un certo qual incanto esteriore e una notevole intelligenza.

A seguire vi proponiamo una classificazione degli psicopatici a secondo Hervey Cleckley, uno psichiatra americano conosciuto per la sua ricerco nella materia della psicopatia.

Secondo lo psichiatra Cleckley

Nel suo libro del 1941,Mask of Sanity, Hervey M. Cleckley ha introdotto sedici caratteristiche comportamentali di uno psicopatico:

Fascino superficiale e buona “intelligenza”
L’assenza di deliri e altri segni di pensiero irrazionale
L’assenza di nervosismo o manifestazioni psico-nevrotiche
Inaffidabilità
Falsità e ipocrisia
La mancanza di rimorso e vergogna
Non adeguatamente motivati, comportamento antisociale
Sotto stima e il fallimento di imparare dall’esperienza
Egocentrismo ed incapacità di amare
Incapacità nelle principali reazioni affettive
Perdita di conoscenza specifica
Mancanza di risposta in generale nelle relazioni interpersonali
Comportamento surreale e poco invitante, con drink o senza[non chiaro]
Suicidio o minacce raramente eseguite
Comportamento sessuale impersonale, banale e scarsamente integrato
La mancata osservanza di qualsiasi progetto di vita.

In sintesi possiamo riconoscere uno psicopatico in una persona che :

  • mostra una notevole intelligenza e non è facilmente riconoscibile perché non presenta comportamenti dovuti ad allucinazioni e ha
    assenza di manifestazioni psiconevrotiche.
  • non ispira fiducia , non è molto sincera ed ha incapacità di provare rimorso o vergogna.
  • ha un comportamento tipicamente antisociale senza una giustificazione apparente.
  • ha mancanza di giudizio e difficoltà ad imparare attraverso l’esperienza
  • Vita sessuale impersonale, frivola e poco stabileQuesti sono i segni meno evidenti di difficile individuazione.

Possiamo definire una persona che ha le  caratteristiche elencate, uno psicopatico controllato. (C: difensivo, controllato, socievole, non ansioso). Gli individui di questo gruppo hanno livelli inferiori di disturbo della personalità.

Mentre I segni più evidenti di uno psicopatico inibito. ( timido, isolato, controllato, ansioso, con una bassa autostima)sono:

  • Egocentrismo patologico e incapacità di amare
  • Abituale scarsità di relazioni affettive di base
  • Perdita specifica dell’intuito
  • Comportamento esagerato e sgradevole dopo il consumo di alcool o anche in assenza di esso
  • Minaccia di suicidio, poi raramente consumato

La nostra società ha davanti a sé una sfida importante: trattare lo psicopatico  non accentuando le sue caratteristiche.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui potete individuare uno psicopatico e quindi difendervi. Ciò può capitare sul posto di lavoro, all’inizio di una relazione o semplicemente svolgendo le classiche mansioni quotidiane.

Come riconoscere uno psicopatico puro o secondario

Il trucco sta nell’identificare la loro sofisticata manipolazione con una strategia molto semplice: provare che ciò che questi individui dicono non corrisponde a ciò che fanno, notare la loro grande indifferenza di fronte alla sofferenza altrui, accorgersi che le loro relazioni emotive sono sempre molto deteriorate nonostante le apparenze, e, infine, osservare la loro paratimia, la freddezza affettiva e il forte egocentrismo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER