Non è necessario essere un insegnante spirituale o un maestro di Reiki per essere un guaritore, basta semplicemente credere nelle proprie potenzialità.

Non c’è bisogno di nessun pezzo di carta per essere un guaritore, non serve nessuna laurea per fare del bene al prossimo. Non hai bisogno di insegnanti spirituali che risveglino le tue capacità di guarigione.

Siamo nati con il potere di guarire, lo sappiamo fare esattamente come sappiamo leggere e scrivere. Siamo nati con il potere di permettere alle nostre capacità di guarigione di svilupparsi in noi e con noi. Questo è tutto ciò che serve.

Sei venuto qui non per seguire altri guaritori, ma per consentire al tuo guaritore interiore di venire fuori.

Tutto ciò che serve è il tuo tocco e la capacità di ascoltare, in questo modo sentirai subito i cambiamenti e insieme un piacevole sollievo.

Inizia a farlo con i chakra, 7 centri di energia nel tuo corpo che girano dal campo energetico personale al campo di energia universale e viceversa. L’intero corpo è intriso di coscienza. A volte i nostri chakra possono sovraccaricarsi, squilibrarsi o bloccarsi, ma tutto quello che devi fare è prendere coscienza delle tue preoccupazioni e consentire alle tue emozioni di fluire.

Ecco un esercizio molto utile per i tuoi chakra.

Siediti o sdraiati, chiudi gli occhi, e appoggia la mano su ogni chakra, uno alla volta.

 

Chakra della radice

Situato alla base della colonna vertebrale, associato al il colore rosso, l’elemento Terra. La sua parola chiave è: “ho”. Chiediti se ti senti al sicuro con te stesso e nel tuo ambiente. Ci sono cambiamenti che potresti fare per sentirti più sicuro e più radicato? Forse un lavoro diverso o uno stile di vita diverso? Forse è questione di denaro o devi pulire della tua casa/auto? La risposta ti arriverà facilmente e senza sforzo se lo consentirai.

Chakra sacrale

Situato due dita sotto l’ombelico è associato al colore arancio, l’elemento è l’acqua, e la parola chiave è “voglio”. Questo chakra conserva le tue emozioni e le emozioni degli altri, se le hai “accettate” nel tuo campo. Chiediti se ti senti triste, arrabbiato, solo, o se hai paura. Ti senti appagato nella tua vita, in modo creativo e sessuale? Stai manifestando tutte le tue emozioni, oppure le tieni dentro? Perché non permetti a te stesso di fare emergere ciò che senti? Ricordati che ne sei degno.

Chakra del Plesso Solare

Situato tra ombelico e il torace, è associato al colore giallo, l’elemento è il fuoco, e le parola chiave è: “posso”. Hai mai sentito il detto: “Hai il fuoco nella pancia”? Questo centro energetico racchiude il tuo potere interiore. Quando le tue mani sono a riposo su questo punto, chiediti se la tua fiducia è venuta a mancare e se c’è una necessità di equilibrare ogni chakra. Stai nascondendo la tua luce perché hai paura di brillare davanti agli occhi di altre persone, oppure la tua luce sta eclissando qualcun’altro?

Chakra del cuore

Parallelo al cuore/centro del torace, associato al il colore verde, l’elemento è l’aria, la parola è “amo”. Come si può immaginare, questo chakra è dove sentiamo l’amore incondizionato, dove il dare e ricevere energia d’amore fluiscono. Legato tra il chakra inferiore e il chakra superiore, che collega mente, corpo e anima. Chiediti se stai amando te stesso e gli altri il più profondamente possibile, o se c’è qualcosa che blocca o nasconde profondi sentimenti di paura e tristezza. Inizia con te stesso, perché amare gli altri è semplicemente un riflesso dell’amore che hai per te stesso. Hai bisogno di cuocere cibi più sani, passare più tempo con te stesso, magari fare un bagno rilassante pieno di bolle, oppure una passeggiata al parco? Che cosa ti porta gioia e sensazioni di calore? Tutto quello che scegli di fare, fallo con amore.

Chakra della Gola

Alla gola è associato il colore azzurro, la sua parola è: “parlo”. Chiediti se c’è qualcosa si sta tenendo dentro. Tutti i segreti che hai bisogno di condividere, eventuali momenti dove non hai detto qualcosa o hai trattenuto i tuoi pensieri per paura? Inizia con lo scrivere su un quaderno i tuoi pensieri, magari scrivi una lettera che non invierai mai, ma è importante che tu butti fuori quello hai dentro. Prendi coscienza delle parole che sono ancora bloccate in gola e inizia a notare quando le inghiotti. Esprimere la tua verità potrebbe richiedere tempo e pratica. Sii paziente con te stesso.

Terzo Occhio

Posizionato sulla fronte, in mezzo alle sopracciglia, è associato al colore violetto l’elemento della luce, la sua parola è: “vedo”. Appoggia le mani in questo punto e immagina l’apertura di un fiore. Questo è il tuo intuito, dove ci sono tutte le risposte alle tue domande. Rappresenta il tuo Sé Superiore, la tua guida. Se vuoi vedere e sentire di più, permetti a questo fiore di aprirsi ulteriormente. Concentrati sullo spazio tra le sopracciglia quando i tuoi occhi sono chiusi, come se stessi vedendo attraverso di esso. Perché tu sei.

Chakra della Corona

Parte superiore della testa, associato con il colore ultravioletto/bianco, la sua parola è “io so”: Questo è il tuo collegamento diretto alla sorgente, la tua connessione con l’Universo, una maggiore coscienza e intuizione spirituale. Rappresenta il collegamento diretto attraverso tutti i chakra. Hai permesso alla luce e all’amore di guarirti. Hai raggiunto l’equilibrio e sei collegato con l’Universo.

Nel mondo di oggi siamo alla continua ricerca della guarigione al di fuori di noi, sia che si tratti di medici, amici, genitori, o compagni. Tua madre ti dava un bacio per farti sentire meglio, crescendo, il tuo ragazzo/a ti ha dato un bacio per farti sentire meglio e il tuo migliore amico ti abbraccia per farti sentire meglio. Ci sono vantaggi e necessità di contatto umano e di affetto, ma non ne hai bisogno per guarire te stesso, non hai bisogno di conferme esterne per sapere che stai bene.

Nel mondo spirituale, gli insegnanti ti hanno detto che la guarigione avviene attraverso meditazioni, reiki o altre tecniche energetiche. Queste tecniche possono tornare utili nei momenti di necessità, ma ciò che è importante da ricordare è che si può sedere in meditazione da soli. Si può camminare da soli attraverso i tuoi chakra e vedere i tuoi blocchi. Affidarti alle persone, senza fare nulla su di te, senza prenderti le tue responsabilità, non serve a niente, perché le persone sono il tuo specchio, le persone dovrebbero solo guidare le risposte che hai dentro. Nessuno ha bisogno di dirti che non sta parlando la tua verità o che non sei nel tuo potere. Sai molto bene che cosa puoi fare, devi solo darti il tempo di sederti e realizzarlo. Entra nella tua coscienza, nella parte più grande che hai dentro, nella parte che vuole condividere con te. Solo allora potrai condividere con il mondo.

via Anahera