Spiritualità

Spiegazione Dettagliata della Meditazione Essenziale di Ramana Maharshi

In questo articolo desidero spiegarti in modo molto semplice la meditazione essenziale di Ramana Maharshi.

Ma prima leggi una delle sue tante celebri frasi:

ramanaChi sono io? Così come tutti gli esseri viventi desiderano essere sempre felici, senza dolori, così avviene per chiunque osservi il supremo amore per il Sé, e poiché solo la felicità è la causa dell’amore, per ottenere questa felicità, che è la propria natura, e che si sperimenta nello stato di sonno profondo, dove non c’è la mente, bisogna conoscere se stessi. Per fare questo – il cammino della conoscenza – il mezzo principale è il chiedersi “Chi sono io?”.

Ramana Maharshi è stato uno dei maggiori mistici indiani della nostra era la cui peculiarità era un approccio allo sviluppo interiore elegante e semplice che consisteva nel porre domande molto provocatorie il cui scopo era mettere a nudo l’essenza del nostro essere.

L’esercizio di Ramana Maharshi che troverai qui di seguito ti permette di esplorare la natura di colui che questiona su ogni domanda che ti poni, di colui che chiacchiericcio continuamente dentro di te.

Troverai in questa Meditazione Essenziale di Ramana Maharshi un valido strumento per scoprire la tua vera identità e rispondere così alla fatidica domanda “Chi sono Io?”


1. Siediti comodamente in silenzio, inizia a respirare e ascolta i tuoi pensieri

2. Isola uno dei pensieri che hai colto e poniti esattamente questa domanda: “Chi ha appena formulato quel pensiero?”

3. Solitamente si ottiene questa risposta: “Sono stato io” oppure semplicemente “Io”. Ecco che inizia il gioco

4. Chiediti: “Chi sono io?”

5. Ora continua a chiedere: “Chi ha appena posto quella domanda?”

6. E poi: “Chi ha appena posto questa domanda?”


Sai qual è l’ironia di questo esercizio? Che NON troverai mai una risposta ma solo altre domande e sai perché?

Segnati la seguente frase:

Cercare qualcosa di infinito comporta una ricerca infinita.

Te lo ripeto:

Cercare qualcosa di infinito comporta una ricerca infinita.

La ricerca è un viaggio straordinario e questo esercizio di Ramana Maharshi è una base di partenza incredibilmente straordinaria.

via BlogPositivo

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy Cookie Policy