Curiosità

Stare con qualcuno non significa possedere, il possesso non è amore

Ancora oggi, ci sono molte persone che confondono il concetto di possesso con il vero amore, sbagliandosi di grosso. Il possesso ha forse mai fatto funzionare una relazione? Perché sorgono problemi con esso?

Oggi scopriremo quali sono le grandi differenze tra possedere e stare con qualcuno e parleremo del rapporto tra possesso ed amore.

L’amore non è una gabbia, così come libertà non significa stare da soli. L’amore è la libertà di volare insieme. È lasciar essere, senza possedere.

Stare con qualcuno non significa possedere

All’inizio possiamo pensare che stare con qualcuno e possederlo siano correlati tra loro; in realtà, c’è un vero e proprio abisso tra questi due concetti. Stare con qualcuno non implica assolutamente il possesso, dovete ricordarlo sempre.

Stare con qualcuno significa che possiamo contare su quella persona così speciale che ci sta accanto, senza che lei si senta obbligata a starci vicina. Amiamo e desideriamo quella persona, ma, allo stesso tempo, sappiamo che è libera. Lei ci offre la sua compagnia, ci vuole bene, condivide la sua vita con noi e lo fa in maniera del tutto spontanea.

Ci sono persone che, per il solo fatto di sentirsi desiderate, credono di possedere automaticamente gli individui che le amano. Non si rendono conto che questi non sono oggetti e che non hanno nessun obbligo di star loro vicini per sempre: sono liberi!

Spesso il possesso implica insicurezza, perché, come abbiamo detto, le persone non sono oggetti. Le persone vanno e vengono, entrano ed escono dalla nostra vita. Anche se in certi momenti possiamo contare su di loro, non possiamo trattenerle, perché non le possediamo. Il possesso non è amore, il possesso è insicurezza, paura, smania di afferrare ciò che non può essere fermato.

Confondere l’amore con il possesso

Come sapere se si sta confondendo l’amore con il possesso? La manifestazione massima del possesso è la gelosia. Quando una persona è eccessivamente gelosa, significa che vuole possedere il suo partner. Forse ha una concezione sbagliata dell’amore o forse non sa che dietro al suo comportamento si cela una paura ingiustificata.

“Se il nostro amore è solo volto al possesso, allora non è amore”.Se andiamo ancora più a fondo nell’argomento, ci troviamo davanti a situazioni molto più complesse, come il maltrattamento fisico e psicologico presente in tante relazioni. Il maltrattamento è un’altra forma di possesso, di demarcazione del territorio, di sfoggio del potere.

È per questo che confondere l’amore con il possesso non è solo sciocco, ma porta anche a situazioni spiacevoli che distruggono le relazioni e soprattutto le persone. Ma perché si arriva a questi estremi? Perché vogliamo possedere gli altri a tutti i costi?

Forse è per le tante storie d’amore che abbiamo visto, le quali continuano a prometterci un lieto fine. E anche per quel “per sempre felici e contenti”, che è la descrizione semplice, abbellita e perfetta del vero possesso.

L’amore libero, l’amore perfetto

Quante volte avete iniziato una relazione e avete temuto che finisse molto prima di quanto vi foste immaginati? Non è forse vero che le promesse di amore eterno e l’idea di invecchiare insieme invadono le vostre menti? Vi predisponete a soffrire senza rendervene conto.

Non siete in grado di avere un partner senza che in voi si sviluppi la necessità di possederlo, di averlo solo per voi, di controllare il rapporto che ha con le altre persone e di temere un suo possibile allontanamento. E qual è la vostra reazione? Rabbia, gelosia e lotta per il possesso.

Dovete aprire le vostre menti e smettere di vivere in un modello di relazione di amore possessivo, ormai antiquato. Avete accanto una persona che condivide la sua vita con voi, ma non la possedete perché è libera.

“Egli le chiese una prova del suo amore. Ella lo lasciò libero”.

(Livia Hernández)

Credere di non poter vivere senza il proprio compagno è una menzogna che formuliamo continuamente nella nostra mente. Quante volte l’avete pensato durante una relazione che poi è finita? Forse state drammatizzando la realtà dei rapporti, mentre dovreste essere più realisti.

Sappiamo che vi piace credere al lieto fine e ai film romantici che mostrano solo una parte infinitesimale di ciò che succede in realtà.

Voi come vedete le relazioni? Vi è difficile amare senza voler possedere? Dovete solo rifletterci su e iniziare a cambiare la vostra prospettiva. L’amore dovrebbe essere felicità e libertà, non sofferenza e possesso.

via La Mente Meravigliosa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER