Nikola Tesla nel corso della sua vita ha svolto innumerevoli esperimenti misteriosi. Quasi tutte le menti geniali hanno una certa ossessione verso i numeri. Nikola Tesla era notevolmente fissato sui numeri. Ad esempio ha vissuto solo in camere d’albergo con un numero che fosse divisibile per 3. Alcuni dicono che Tesla era ossessivo compulsivo, altri dicono che era solo molto superstizioso. Tuttavia la verità è molto più profonda.
“Se tu conoscessi la magnificenza del tre, del sei e del nove, potresti avere la chiave per l’universo” – Nikola Tesla
La sua ossessione non era semplicemente con i numeri in generale, ma soprattutto con questi numeri: 3, 6, 9.
Tesla ha affermato che questi numeri sono estremamente importanti ma nessuno l’ha ascoltato seriamente. Ha anche calcolato i punti nodali attorno al pianeta legato ai numeri tre, sei e nove.
Ma perché proprio questi numeri?
In primo luogo, dobbiamo capire che non abbiamo creato la matematica, l’abbiamo solo scoperta. La matematica rappresenta il linguaggio e la legge universale. Non importa dove ci si trova nell’Universo, tutto nell’universo obbedisce a questa legge..
Ci sono modelli standard che si trovano naturalmente in tutto l’Universo. I modelli che abbiamo scoperto nella vita biologica, le galassie, le formazioni di stelle, l’evoluzione, e quasi tutti i sistemi naturali. Alcuni di questi modelli fondamentali sono la sezione aurea e la geometria sacra.
Sono sistemi veramente importanti a cui la natura sembra obbedire. Un altro modello è quello che parte dal numero uno e continua raddoppiando progressivamente. Cellule ed embrioni sembrano svilupparsi seguendo questo modello sacro: 1, 2, 4, 8, 16, 32, 64, 128, 256…
Alcuni scienziati chiamano questi schemi “Il progetto di Dio”.
In questo modello matematico c’è una sequenza che si ripete: 1, 2, 4, 8, 7, e 5, e così via 1, 2, 4, 8, 7, 5, 1, 2, 4, 8, 7, 5, 1, 2, 4…
Come potete vedere 3, 6 e 9 non sono presenti in questo schema. Lo scienziato Marko Rodin ritiene che questi numeri rappresentano un vettore dalla terza alla quarta dimensione che chiama “campo di flusso.” Questo campo dovrebbe essere un’energia di dimensione superiore che influenza il circuito energetico degli altri sei punti.
Randy Powell, uno studente di Marko Rodin dice che questa è la chiave segreta per l’energia libera, cosa che Tesla ha teorizzato.
Partiamo da 1, raddoppiato è 2; 2 raddoppiato è 4; 4 raddoppiato è 8; 8 raddoppiato è 16, che significa 1 + 6 che è uguale a 7; 16 raddoppiato è 32 con conseguente 3 + 2 che è uguale a 5; 32 raddoppiato è 64 (6 + 4 uguale a 10), con conseguente totale di 1; Se continuiamo seguendo lo stesso schema manterremo la sequenza: 1, 2, 4, 8, 7, 5, 1, 2…
Se si parte da 1 a rovescio otterremo comunque lo stesso modello solo al contrario: Metà di 1 è 0,5 (0 + 5) pari 5. Metà di 5 è 2,5 (2 + 5) pari a 7, e così via.
Come si può vedere non v’è alcuna menzione di 3, 6 e 9. E ‘come se fossero al di là di questo modello, liberi da esso.
Tuttavia, c’è qualcosa di strano una volta che si avvia il raddoppio di questi numeri. 3 raddoppiato è 6; 6 raddoppiato è 12 che porterebbe a 3 (1 + 2); in questo schema non si fa menzione di 9. E’ come 9 è al di là di tutto, completamente libero da entrambi i modelli.
Ma se si avvia il raddoppio 9 darà sempre come risultato 9: 18, 36, 72, 144, 288, 576…
Questo è anche chiamato “simbolo di illuminazione”.
Troviamo un sacco di prove che la natura usa una triplice simmetria di multipli di sei, tra cui la forma delle mattonelle esagonali dei nidi d’ape.
Queste forme esistono in natura e gli antichi emulavano queste geometrie nella costruzione della loro architettura sacra.
E’ possibile che ci sia qualcosa di speciale e misterioso nel numero 3. E’ possibile che Tesla ha scoperto questo segreto ed ha usato questa conoscenza per andare oltre i confini della scienza e della tecnologia nei suoi vari esperimenti.
.
La magnificenza del numero 9
.
Ipotizziamo che ci siano 2 opposti, li chiamiamo luce e buio, se vogliamo. Sono come i poli opposti, positivo e negativo, di un magnete.
Un lato è rappresentato dai numeri 1, 2 e 4; l’altro lato dai numeri 8, 7 e 5; Proprio come l’elettricità, tutto nell’universo è un flusso tra questi due opposti polari, come un pendolo oscillante: 1, 2, 4, 8, 7, 5, 1, 2… (e se si immagina il movimento è qualcosa di simile al simbolo dell’infinito).
Tuttavia, questi due lati sono governati da 3 e 6; 3 governa 1, 2, e 4, mentre 6 governa 8, 7, e 5; e se si guarda da vicino il modello diventa ancora più complicato: 1 e 2 è uguale a 3; 2 e 4 uguale 6; 4 e 8 è uguale a 3 (4 + 8 = 12; 1 + 2 = 3); 8 e 7 uguale 6; 7 e 5 è uguale a 3; 5 e 1 è uguale a 6; 1 e 2 è uguale a 3…
Lo stesso modello su una scala più elevata è in realtà 3, 6, 3, 6, 3, 6…
Ma anche questi due lati, 3 e 6 sono governati da 9 che mostra qualcosa di spettacolare.
Guardando da vicino il modello 3 e 6 ci si rende conto che 3 e 6 è uguale a 9, 6 e 3 è uguale a 9, tutti i numeri insieme equivalgono 9, in entrambe le direzioni.
Ciò significa che 9 è l’unità di entrambi i lati, 9 è l’universo stesso.
La vibrazione, l’energia e la frequenza
“Se si vogliono trovare i segreti dell’universo,
è necessario pensare in termini di energia, di frequenza e vibrazione”

Nikola Tesla
C’è una verità più profonda filosofica in questo. Provate a immaginare che cosa possiamo realizzare se applichiamo questa conoscenza sacra nella scienza di tutti i giorni.
“La scienza il giorno che comincerà a studiare i fenomeni non-fisici,
farà più progressi in un decennio che in tutte i precedenti secoli della sua esistenza”
Nikola Tesla

Ho colto l’occasione di questo articolo per vedere i numeri del Tema Natale Numerologico di Nikola Tesla e fare una breve sintesi del suo profilo, benchè il nome in Croato fosse diverso, lui si firmava col nome che conosciamo e perciò terrò conto di questo oltre che della data di nascita 10.07.1856, l’ora di nascita è mancante per cui una casella resterà vuota.
Salva

Avendo il quadro completo e gli archetipi corrispondenti al numero possiamo vedere come il Tema Natale Numerologico rappresenti perfettamente il grande Tesla, 22 il Creatore nell’aspetto dell’Anima esprime le aspirazioni più profonde e ci fa comprendere i messaggi che arrivano e che servono per condurci all’esperienza più giusta per noi. L’11 il Genio nella Vocazione l’aspetto che delinea la missione della vita e le risorse interiori.
Il 22 contraddistingue persone che hanno, se ben focalizzati, la capacità di creare col pensiero. Nel caso di Tesla è eclatante questo aspetto perchè lui realizzava il progetto che aveva immaginato senza neppure fare delle prove.
L’11 ha un intuito sviluppatissimo e può canalizzare le energie cosmiche, Tesla in questo è stato veramente notevole, sembra che a lui l’idea giungesse direttamente dalla fonte, un vero talento che ha utilizzato senz’altro e il 4 del Costruttore lo realizzava.

Il 2 (somma dell’11 / 1+1=2) è quella parte fanciullesca che lo rendeva ingenuo e non scaltro come avrebbe dovuto essere ma, un pioniere della scienza non lo è mai, troppo preso dalle sue idee geniali per esserlo. I due 1 evidenziano il precursore, l’iniziatore del nuovo, anche la capacità organizzativa in abbinamento col 4.

Nella Personalità troviamo la prova karmica del 16 il Perfezionista, scendere dalla mente al cuore, ovvero la razionalità dev’essere complemento del sentire per non dimenticare la parte di noi che è spirituale. La personalità è la struttura per lo spirito, il cui compito è definire i propri confini, al fine di salvaguardare la nostra integrità. Nel momento in cui lo scienziato, in questo caso, si erge verso l’alto dimentico dei suoi confini per cercare la perfezione, si allontana dalle sue radici; dirigendo tutta l’energia verso la testa e verso la realizzazione di ciò che ambisce, anche se magari il suo obiettivo non era dimostrare la sua superiorità, così è sembrato al mondo.

Ciò ha sperimentato Tesla, gli 1 nel numero del Destino e dell’Equilibrio l’hanno portato ad osare l’impossibile, realizzandolo certo, ma ciò che ne ha tratto non è stato vantaggioso. Alla fine non c’è stato vantaggio per nessuno ne per Tesla ne per l’umanità ma anzi è stato utilizzato per fini bellici. Ciò che aveva creato avrebbe dovuto celarlo magari per essere ritrovato in tempi più maturi. Per quanto l’essere umano tenda a voler fare il bene non deve mai perdere di vista se stesso e la propria individualità, comprendendo i propri limiti o quelli dell’epoca in cui vive, forse Tesla alla fine lo comprese ma ormai era tardi e in proposito lasciò scritto:

“Il successo pratico di un’idea, indipendentemente dalle sue qualità inerenti,
dipende dalla scelta dei contemporanei. Se è al passo coi tempi, essa viene rapidamente adottata; in caso contrario, è destinata a vivere come un germoglio che sboccia, attirato dalle lusinghe e dal calore del primo sole, per essere poi danneggiato e crescere con difficoltà a causa del gelo che s’impone.”
Nikola Tesla

E si giunge alla somma dei numeri Maestri 22+11=33, i numeri che tanto lo affascinavano erano nel suo profilo 3+3=6 – 3×3=9 e… forse lo sapeva!

Grazie Nikola Tesla!

Patrizia di Visione Alchemica