Psicologia

Tutti abbiamo bisogno di relazionarci con una persona tossica almeno una volta nella vita

Può sembrare un controsenso. L’idea è così assurda che sfiora il surreale. Tuttavia, ognuno di noi ha bisogno qualche volta di avere accanto una persona tossica nella sua vita. Le persone tossiche possono offrirci delle lezioni importanti e ci mostrano quanto forti possiamo essere quando le circostanze ci mettono alla prova.

A questo proposito, Viktor Frankl scrisse che la vita è sempre potenzialmente significativa, perché siamo in grado di estrarre significato anche dalla sofferenza stessa. Quindi a volte, le relazioni tossiche ci offrono una visione del mondo che non conoscevamo.

Tu non sai quanto sei forte fino a quando essere forte è la sola possibilità che hai

Ci sono momenti in cui sentiamo un nodo allo stomaco, un senso di soffocamento esistenziale, come se ci avessero tolto l’ossigeno psicologico, siamo paralizzati dalla paura dell’incertezza, una paura che deriva dal non sapere esattamente cosa sta succedendo… Quando ciò accade e non c’è nulla a cui aggrapparsi, facciamo l’unico passo logico che determina la nostra sopravvivenza: terminiamo la relazione con la persona tossica che minaccia di rovinare la nostra vita.

Allora iniziamo a volare con le nostre ali e, anche se non sappiamo esattamente dove dirigerci, il senso di libertà è così bello e inebriante che ne godiamo semplicemente. In quel momento la vita prende il suo corso e scopriamo la nostra vera forza interiore.

A volte basta solo uno stimolo esterno per incoraggiarci a reagire e permetterci di sviluppare una forza che non sospettavamo neppure di avere. Una persona tossica può essere la spinta di cui abbiamo bisogno per iniziare a volare con le nostre ali e scoprire il nostro potenziale mentre ci allontaniamo da ciò che ci danneggia.

Alcune persone entrano nella nostra vita per insegnarci a non essere come loro

Gli amici egoisti, i partner controllori, l’amore per la vita che ha finito per diventare un incubo, i compagni di lavoro invidiosi o anche la famiglia che ci consuma lentamente… In realtà, chiunque nel nostro ambiente può essere una persona tossica e, sebbene sia vero che l’ideale sarebbe mantenere delle relazioni mature ed equilibrate, questo non è sempre possibile e talvolta cadiamo nella sua rete. Quindi non resta che osservare la situazione dalla prospettiva più positiva possibile.

La persona tossica ci offre anche la possibilità di capire cosa apprezziamo e cosa ci mette a disagio, turba o danneggia. Senza volerlo, diventa una sorta di maestro di vita che ci spinge a riflettere sui nostri principi e valori, riaffermando così la nostra identità.

Non v’è dubbio che il tradimento, la freddezza emotiva, l’arroganza e l’umiliazione, fanno molto male, ma sono esperienze di vita dalle quali possiamo uscire rafforzati. Alla luce di queste esperienze, abbiamo bisogno di ripensare le nostre priorità e le nostre azioni verso gli altri.

A volte, attraversare un brutto momento ci rende persone migliori, ci trasforma in persone più sensibili con gli altri e capaci di apprezzare meglio l’aiuto che ci viene offerto. A volte, affrontare gli atteggiamenti negativi degli altri è come mettersi davanti a uno specchio, che ci permette di vedere cose che possiamo migliorare e capire in che modo contribuiamo a questa situazione.

Non fare l’errore di restare paralizzato

Non c’è dubbio che relazionarsi con una persona tossica può essere un’esperienza difficile, ma come in tutte le esperienze negative, possiamo imparare la lezione e crescere o, al contrario, rimanere paralizzati nel rancore, nel dolore e nel senso di colpa.

Ovviamente, tutti noi vogliamo mantenere relazioni mature ed equilibrate, ma quando cadiamo in una relazione tossica possiamo sfruttarla a nostro favore e utilizzarla per liberarci dalle nostre insicurezze. La decisione è sempre nelle nostre mani. Ricorda che a volte un piccolo cambiamento di prospettiva è sufficiente per cambiare tutto.

via Angolo della Psicologia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Privacy Policy Cookie Policy