Possiedi tante, troppe, scarpe? Hai la mania dell’acquisto compulsivo? Potresti avere un piccolo disturbo psicologico chiamato shoesaholic. Vediamo insieme di che cosa si tratta.

Quando diciamo shoesaholic, letteralmente maniaco delle scarpe, intendiamo una persona che possiede almeno 60 o anche più paia di calzature. Magari ad alcuni di voi potrà sembrare impossibile ma credeteci, esistono. Questa forma di mania trova il  suo sfogo in donne e uomini che ricercano l’affermazione personale in accessori vari. In questo articolo parliamo di scarpe ma può essere qualsiasi cosa, gioielli, orologi, persino cravatte. L’acquisto di questi oggetti di moda rialza sia l’autostima che l’umore personale.

Dietro lo shopping

Quando parliamo di shopping compulsivo non intendiamo, ovviamente, delle normali compere, ma di una vera e propria ossessione che porta a conseguenze negative sul piano sia finanziario che, a volte, legale. È una vera e propria dipendenza che va gestita con un aiuto psicologico.

Ma cosa si cela dietro a questo “disturbo”? Potrebbero esserci varie cause dietro ad una dipendenza ma, solitamente, in questi casi si porta a riempire un vuoto con lo shopping. L’acquisto compulsivo va a gratificare il nostro io e ne risolleva l’umore. Altre volte, invece, è la ricerca di status sociale a farla da padrone. Nella società di oggi, dove il più delle volte l’immagine esteriore è indicatore di prestigio e popolarità, l’acquisto di oggetti fin troppo costosi e magari non necessari è all’ordine del giorno. Si può trovare un “colpevole” nei social. Su servizi di rete come Instagram, Facebook o TikTok, i giovani sono a stretto contatto con delle realtà virtuali in cui la moda e il possedere abiti o scarpe costose porta a visualizzazioni e like, con conseguente notorietà. Non è una giustificazione, certo, ma la tecnologia spesso e volentieri può fare fin troppa presa su chi è più sensibile a certe tematiche.

Come capisco di essere un shoeshaolic?

Ci sono dei criteri ben precisi che ci possono far capire di avere un problema.

Il primo campanello d’allarme è dato dalla troppa preoccupazione nei confronti dell’acquisto e dalla continua insoddisfazione a riguardo. Non è mai abbastanza, bisogna continuare a comprare. Un altro sintomo a cui dobbiamo fare attenzione è il disagio che segue l’euforia del momento subito dopo l’acquisto. Se in un primo istante si è felici e appagati, in quello dopo ci sentiamo in colpa perché, in un modo o nell’altro, sappiamo perfettamente di aver sbagliato a cedere per l’ennesima volta. Questa sensazione di difetto porta, in seguito, ad un nuovo ciclo di shopping compulsivo e ci collega direttamente all’ultimo criterio, ovvero il disturbo ripetitivo e compulsivo dell’acquisto.

Le conseguenze dello shoeshaolic (così come dello shopping in generale) come detto all’inizio sono molteplici. Oltre all’ammontare, sempre più alto, dei debiti con conseguente storia creditizia danneggiata, si rischia la bancarotta e la depressione. 

Come uscirne

Il primo passo verso la guarigione da una dipendenza, perché di questo si tratta, è accettare di avere un problema. Prendere coscienza del disturbo ci porterà a chiedere aiuto con conseguente primo passo verso il percorso di ripresa. La terapia psicologica è la più indicata. Farsi seguire da uno specialista del caso è molto importante, mai affidarsi al “fai da te”, si rischierebbe di fare più danni che altro. Ci sono anche dei ritrovi di gruppi di supporto che possono essere d’aiuto. Chi meglio di chi ci è già passato può aiutarci ad uscirne fuori.

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Commenti su: Avere molte scarpe può essere anche sintomo di un disturbo psicologico

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Crescita Personale
    La vita è un insieme di gioie e dolori, momenti certi e altri assolutamente oscuri: bellissima e spaventosa allo stesso tempo. Se ti chiedessero di definire la vita probabilmente daresti una definizione simile oppure completamente diversa, non c’è un’unica possibilità giusta. Potresti concentrarti sugli aspetti più negativi, oppure quelli tipicamente positivi della nostra esistenza, dipende […]
    1. Crescita Personale
    Nella vita nulla rimane uguale e tutto cambia: sia perché cresci, sia perché l’immobilità non è compresa nella natura umana. Cambiare significa sperimentare qualcosa di nuovo, scoprire nuovi interessi e abbandonarne di vecchi. Se riuscirai ad essere padrone del cambiamento riuscirai anche a migliorare come individuo e crescere emotivamente. Ovviamente, i cambiamenti possono riguardare tantissime […]