L’infanzia è un momento fondamentale in cui il bambino pone le basi per un corretto sviluppo emotivo, proprio per questo è importante che i genitori sappiano dosare l’amore. Purtroppo non è una cosa facile da mettere in pratica: a volte le madri non sono capaci di manifestare tenerezza e ciò comporta una carenza emotiva nel bimbo.

Gli effetti più comuni del crescere con una madre anaffettiva sono sentirsi abbandonato e incapace di rapportarsi con gli altri, fino a quasi a non riconoscere il proprio diritto a esistere. Le madri anaffettive possono essere inadeguate a causa di esperienze negative precedenti. Infatti, la madre anaffettiva ha una carenza di autostima nei propri confronti, per questo le è difficile mostrare amore ai figli.

Nella pratica, questi genitori hanno difficoltà comunicative che le rendono incapaci di gratificare, sostenere o incoraggiare i figli. Le madri anaffettive sono invece portate a criticare, opprimere e addirittura imbrogliare.

Caratteristiche delle madri anaffettive

Potremmo fare un paragone tra madri anaffettive e madri iperprotettive: queste ultime tendono a soffocare i figli con attenzioni eccessive, mentre le prime fanno l’esatto opposto risultando distaccate e indifferenti.

Le madri anaffettive hanno difficoltà a manifestare l’affetto, ad esempio tramite un abbraccio o un bacio. Le cause di questo risiedono nel passato emotivo della madre che probabilmente è stato piuttosto problematico.

Un’altra caratteristica piuttosto emblematica è l’assenza: la madre anaffettiva probabilmente non parteciperà alla vita dei figli, cercando di evitare i compiti da genitore. Spesso queste madri affidano l’educazione dei figli a figure sostitutive.

Le madri anaffettive sono anche abili manipolatrici dei figli. Probabilmente questa è una conseguenza dell’incapacità di comprendere i bisogni dei figli. I genitori che danno maggiore peso alle proprie necessità sono portati a percepire i figli solo in funzione di loro stessi. Ecco perché le madri anaffettive tenderanno a controllare in prima persona ogni aspetto della vita del figlio.

Purtroppo può capitare anche che la madre anaffettiva metta in atto ricatti morali. Si tratta di un vero e proprio abuso psicologico in cui la madre manipola emotivamente il figlio. 

Fanno uso del senso di colpa, specialmente in età adulta: la madre anaffettiva rinfaccerà tutti i sacrifici che ha fatto per il figlio per ottenere qualcosa in cambio.

Le madri anaffettive fanno le vittime. Questa tipologia di genitori è incline a avanzare richieste, lamentarsi e farsi commiserare. Le madri anaffettive sono anche piuttosto gelose nei confronti del figlio e cercano continuamente il suo aiuto quando questo diventa adulto.

Cosa comporta per un bambino?

Uno dei primi effetti del crescere con una madre anaffettiva è l’inversione di ruolo: il figlio sfrutterà tutti i suoi mezzi per farsi carico della madre. Ma questo non è l’unico problema e non è nemmeno il più grave. Infatti, un bambino cresciuto da una madre anaffettiva ha buone probabilità di sviluppare una bassa autostima, oltre a incapacità di manifestare le proprie emozioni e possibili disturbi da sindrome dell’abbandono

Ovviamente non si tratta di una legge scritta nel marmo, anche perché ogni situazione è a sé stante: può anche essere che la madre anaffettiva migliori le sue capacità genitoriali col tempo, fino a diventare una figura stabile e presente nella vita del bambino. Allo stesso modo, è possibile che i figli riescano sviluppare un’emotività sana nonostante la madre anaffettiva

Alcuni consigli per chi ha avuto una madre anaffettiva

  • Non fargliene una colpa, prova a ricominciare diversamente il vostro rapporto
  • Prenditi cura di te stesso e stabilisci rapporti emotivi basati sul sostegno
  • Sii indipendente e dai sfogo alle tue passioni
  • Lascia scorrere le tue emozioni senza vergogna
  • Cerca modelli materni alternativi
  • Accetta i limiti di tua madre 
  • Non sentirti in colpa per lei
  • Circondati di persone emotivamente sane e gioiose

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Commenti su: Chi sono le madri anaffettive e che conseguenze hanno sui figli?

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Crescita Personale
    Durante la nostra vita faremo centinaia di incontri, alcuni saranno fugaci e ce ne dimenticheremo in fretta, altri, invece, diventeranno punti fermi e sempre presenti. Ci saranno poi delle conoscenze che diventeranno tra le più importanti della nostra esistenza e che, letteralmente, ce la cambieranno. Non sappiamo se vi sia già successa una cosa simile […]
    1. Crescita Personale
    Il sorriso è uno dei gesti più spontanei dell’essere umano: anche tu avrai notato che è impossibile trattenerlo. Quando ci succede qualcosa di bello, quando abbiamo di fianco una persona a cui vogliamo bene, sorridere è uno dei mezzi migliori per comunicare il nostro stato d’animo positivo. Questo gesto implica l’attivazione dei numerosi muscoli facciali […]