Nella vita potresti desiderare un innumerevole bagaglio di capacità: simpatia, intelligenza bellezza, atletismo e tanto altro, ma solo l’intelligenza emotiva riuscirà a permetterti di essere una persona felice. Questo perché non serve a nulla essere la persona più intelligente sul luogo di lavoro se non riesci a sviluppare un’empatia capace di farti andare d’amore e d’accordo con i colleghi creando un ambiente positivo. Allo stesso modo non ti servirà a niente essere l’amante più premuroso e passionale del mondo perché, senza l’intelligenza emotiva che ti permette di comprendere i reali desideri del partner, la vostra relazione non avrà una gran durata. Questa idea non è di origine recente, devi sapere che anche Edward Thorndike già nel 1920 sosteneva che nessun test psicologico per stabilire l’intelligenza di una persona potesse esimersi dal considerare anche gli aspetti emozionali di quest’ultima. Ecco perché è importante che tu riesca a sviluppare un’intelligenza emotiva capace di facilitarti la vita e aprirti molte strade. Non è detto che la tua felicità dipenda esclusivamente dall’empatia, ma quest’ultima è sicuramente una caratteristica molto apprezzata nelle persone: quante volte hai provato ammirazione per chi è stato capace di capire il tuo stato d’animo e comportarsi di conseguenza?

Breve storia dell’intelligenza emotiva

Come ti accennavo, già negli anni ‘20 alcuni sociologi stabilirono che l’intelligenza emotiva è una caratteristica essenziale per valutare la personalità di un essere umano. Negli anni ‘40 invece, Howard Gardner creò il concetto d’intelligenza interpersonale, qualcosa di molto simile a quello che poi diventò l’intelligenza emotiva. Quest’ultimo termine nacque nel 1985 grazie a uno studio di un ricercatore di nome Wayne Payne. Il definitivo successo dell’analisi dell’intelligenza emotiva però, arrivò grazie a Daniel Goleman. Costui era un giornalista del New York Times che, appassionato di psicologia e di neuroscienza, decise di approfondire l’animo umano diventando poi il primo guru dell’intelligenza emotiva. Il signor Goleman durante i suoi studi riuscì a comprendere che vi è una particolare abilità insita nel nostro animo: l’empatia. Proprio questa abilità ci permette di ottenere risultati importanti nella nostra vita, ci fornisce l’ispirazione e la motivazione necessarie raggiungere i nostri obiettivi e permea tutti gli aspetti della nostra vita. Secondo Goleman non c’entra quale sia il tuo obiettivo, infatti l’intelligenza emotiva è capace di fare la differenza in qualsiasi contesto sociale: dalla scuola e dall’infanzia fino alla capacità di organizzare il proprio lavoro e sviluppare doti da leader.

Allora cos’è l’intelligenza emotiva?

Partendo proprio dagli studi di Daniel Goleman, possiamo individuare quattro dimensioni che fanno parte e definiscono l’intelligenza emotiva: l’autocoscienza, l’auto motivazione, l’empatia e la capacità di relazionarsi per comunicare. Come avrai immaginato, questi quattro aspetti influiscono sul nostro comportamento e sulle nostre attitudini, perciò è importante riuscire a dominarli al meglio. Alcuni consigli per allenare l’intelligenza emotiva potrebbero aiutarti migliorare il tuo tenore di vita ed essere felice. Ad esempio è importante che tu riesca a individuare le emozioni che motivano il tuo comportamento, solo così potrai iniziare a sviluppare l’autocoscienza. Quando avrai individuato le emozioni che ti guidano dovrai anche riuscire a controllare quello che pensi per controllare il tuo comportamento, in questo modo riuscirai a trovare le giuste motivazioni, necessarie a raggiungere i tuoi obiettivi. È anche molto importante riuscire ad ampliare le tue abilità sociali: un modo molto semplice per farlo è ampliare il tuo linguaggio emotivo, ovvero non rispondere semplicemente “Sono triste”, ma approfondire le ragioni e rispondere a chi te lo domanda “Sono triste perché sono deluso da”. Può sembrare un’inezia, ma si tratta del primo piccolo passo per riuscire a ottenere una felicità autentica, stabile e capace di trascendere ogni aspetto della nostra esistenza.

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Commenti su: Come allenare l’intelligenza emotiva

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Crescita Personale
    La vita è un insieme di gioie e dolori, momenti certi e altri assolutamente oscuri: bellissima e spaventosa allo stesso tempo. Se ti chiedessero di definire la vita probabilmente daresti una definizione simile oppure completamente diversa, non c’è un’unica possibilità giusta. Potresti concentrarti sugli aspetti più negativi, oppure quelli tipicamente positivi della nostra esistenza, dipende […]
    1. Crescita Personale
    Nella vita nulla rimane uguale e tutto cambia: sia perché cresci, sia perché l’immobilità non è compresa nella natura umana. Cambiare significa sperimentare qualcosa di nuovo, scoprire nuovi interessi e abbandonarne di vecchi. Se riuscirai ad essere padrone del cambiamento riuscirai anche a migliorare come individuo e crescere emotivamente. Ovviamente, i cambiamenti possono riguardare tantissime […]