Anche a te è capitato di sentire che stomaco cervello sono uniti da un legame particolare. Scientificamente però si è sempre pensato che fosse anche un rapporto unilaterale: il cervello che dava indicazioni allo stomaco. Oggi invece si è capito che anche quest’ultimo è capace di inviare segnali specifici alla nostra mente per ottenere qualcosa. Ci sono delle malattie che potrebbero essere legate al nostro intestino.

Per questo motivo sempre più ricercatori sostengono che la relazione stomaco cervello sia molto più importante di quello che abbiamo sempre pensato. Ma esattamente come funziona questo legame? Intanto bisogna specificare che dal cervello partono numerosi nervi che si collegano a tutti gli apparati del nostro organismo. Il nervo vago è quello che collega il nostro cranio allo stomaco ma passa anche per numerose altre zone del corpo che comprendono faringe, esofago, trachea, pancreas e cuore. Dallo stomaco poi possono partire dei segnali diretti al nostro cervello grazie a microbi coinvolti nella digestione.

Questi microbi inviano stimoli allo scopo di ottenere risposte e comportamenti alimentari. Oggi, sempre più figure professionali si domandano quanto sono importanti questi stimoli per la nostra vita. La maggioranza dei ricercatori concorda sul fatto che i microbi coinvolti nella digestione influiscono sul nostro peso corporeo dal punto di vista mentale: gli stimoli che inviano, determinano i nostri comportamenti in fatto di alimentazione e anche i relativi disturbi.

Ad esempio, un esperimento condotto sui topi ha mostrato che la semplice introduzione di un batterio differente può provocare un sensibile aumento di peso o una corrispondente perdita. Un altro esperimento invece ha isolato un gruppo campione di topi in un ambiente sterile. In questo ambiente sono stati esclusi numerosi batteri fondamentali per l’organismo dei mammiferi che senza di essi hanno sviluppato diverse forme di autismo. 

I disturbi legati agli stimoli stomaco cervello

Esistono numerosi disturbi legati al rapporto stomaco cervello. Infatti, capita molto spesso che quando stai vivendo una situazione di stress il tuo stomaco decida volontariamente di ridurre le proprie prestazioni per garantire maggiore energia alla tua mente. Questa riduzione di performance comporta anche un flusso sanguigno ridotto e una difficoltà di rigenerazione della mucosa che protegge le pareti dello stomaco.

Queste due implicazioni comportano a loro volta l’ingresso di nuovi batteri che stimolano un’infiammazione. Ecco che i microbi presenti nel tuo stomaco iniziano a produrre segnali per il cervello, questi segnali possono produrre anche conseguenze inaspettate, fino addirittura a provocare malattie come l’Alzheimer o il Parkinson

Quindi è possibile che la soluzione a diverse malattie neurodegenerative gravi possa passare attraverso il nostro stomaco. In particolare, la prevenzione potrebbe comprendere anche un’alimentazione più sana e specifica per la cura di queste patologie. Dal punto di vista opposto invece si è arrivati alla conclusione che alcune pratiche che alleviano lo stress come lo yoga e la mindfulness, siano capaci di incidere sul nostro benessere fisico aiutando i processi dello stomaco.

Per questo motivo è sempre più importante curare la propria alimentazione: una dieta sana ed equilibrata può prevenire numerosi disturbi fisici. Inoltre, avere buone abitudini alimentari previene anche l’insorgenza di patologie psichiche ed evita disturbi tipici delle nostre generazioni come la bulimia e il binge eating. Quindi quando senti il tuo stomaco che desidera comunicare qualcosa al tuo cervello cerca di porvi attenzione e prova ad ascoltarlo, ne guadagnerai in salute e benessere.

Nel frattempo, le ricerche continuano e si spera presto di riuscire ad arrivare a una regola generale utile alla prevenzione di malattie debilitanti. Le ricerche fortunatamente sono all’ordine del giorno in quasi tutti i centri scientifici del mondo.

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla Newsletter

Tutti gli ultimi articoli e le novità di Apri la Mente direttamente nella tua casella di posta.

Commenti su: Il legame che c’è tra stomaco e cervello: come funziona?

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Crescita Personale
    Tutti noi spesso siamo portati a pensare che per raggiungere successo sia necessario un impegno fuori dal comune o un talento iniziale davvero incredibile, ma non è sempre così. Quando si tratta di miglioramento personale la situazione cambia parecchio: per ottenere i risultati che desideri non devi essere un individuo con delle abilità uniche, l’importante […]
    1. Curiosità
    La nostra vita è costellata di persone di ogni tipo. Ne conosciamo tantissime, ne condividiamo i sogni, le gioie e i dolori. Alcune diventeranno indispensabili mentre altre attraverseranno la nostra esistenza velocemente e senza lasciare tracce del loro passaggio. Avremo a che fare anche con altri individui, meno piacevoli purtroppo e, anzi, totalmente nocivi per […]