Si tratta di una domanda che coinvolge scienziati di ogni campo: il genere femminile sembra godere di una vita più lunga in ogni specie animale. Si tratta di un fatto provato anche dai numeri, nonostante si ignorino tutt’ora le motivazioni. Anche considerando i fattori sociali, le donne continuano ad avere una vita biologicamente più lunga delle loro controparti maschili. Certamente, fino a non molto tempo fa il carattere estremamente patriarcale della società occidentale contribuiva a questa differenza: le donne non lavoravano in molti casi, perciò non erano sottoposte all’usura tipica degli operai e allo stress degli uffici. Oggi fortunatamente anche le donne hanno la possibilità di fare carriera nel mondo del lavoro, perciò questo fattore sociale ha perso notevole importanza

Il fulcro delle ricerche adesso è sul cromosoma x, ovvero quello che definisce il patrimonio genetico femminile. In particolare, una ricerca dell’università di San Francisco ha stabilito che proprio questo cromosoma è il motivo della longevità del genere femminile. Infatti, mentre i cromosomi y contengono pochi geni, utili solamente a definire le caratteristiche fisiche maschili ovvero i genitali e la peluria sul viso, il cromosoma x contiene i geni necessari alla riproduzione e alla vita. Lo studio è stato fatto dal dipartimento di neurologia dell’università californiana ed è stato condotto su un gruppo di cavie create in laboratorio. La creazione artificiale è servita a dare vita esemplari perfettamente identici con l’unica differenza dei cromosomi sessuali. Sono stati stabiliti quattro gruppi in base alle specifiche genetiche e alla caratteristica sessuale maschile o femminile. I risultati di questo studio dimostrano che le cavie con un doppio cromosoma x vivevano più a lungo rispetto a quelle xy a prescindere da quali caratteristiche sessuali avessero. In pratica i topi con la vita più lunga avevano un doppio cromosoma x e un apparato genitale femminile, subito dopo seguivano le cavie con un doppio cromosoma x e un apparato genitale maschile. Ma perché esattamente avviene questo?

Il cromosoma x è portatore di vita 

Si tratta di un tratto genetico presente sia negli uomini che nelle donne, ma in queste ultime è raddoppiato. Oltre a contenere i geni indispensabili alla riproduzione, il cromosoma x possiede anche caratteristiche genetiche legate al funzionamento del cervello umano. Quando ad esempio si verifica una mutazione recessiva in un gene del cromosoma x, l’essere umano maschio ne è colpito più facilmente perché ne possiede una sola copia, mentre il genere femminile ha bisogno che si verificano due mutazioni per sviluppare una patologia legata a quel gene. Inoltre, il cromosoma x presenta molti più geni legati all’intelligenza quindi possedere una coppia di cromosomi x equivale a un’assicurazione contro i disturbi derivati dalla mutazione di un gene. Infatti, alcuni studi condotti in precedenza avevano evidenziato che gli uomini con disabilità cognitiva sono di più rispetto alle controparti femminili: circa il 30-50% in più.

Tuttavia, ancora oggi non vi è la certezza assoluta che sia il cromosoma x il principale responsabile di una maggiore longevità del genere femminile. Sicuramente questo fattore genetico è coinvolto nella sensibile differenza tra i differenti generi. Tutti i ricercatori concordano anche sul fatto che nonostante il cromosoma x sia parte della risposta, permangono ancora fattori ambientali e socioculturali capaci di influire sulla differente aspettativa di vita. Ad esempio, ancora oggi i lavori più usuranti sono svolti principalmente dagli uomini. Al contrario molte donne rinunciano alla carriera e allo stress che ne consegue, per svolgere il ruolo di madri a tempo pieno, con l’altro stress che ne consegue. A livello sociale, negli uomini sono più frequenti situazioni di alcolismo e tossicodipendenza. Sempre considerando l’aspetto socioculturale, anche l’alimentazione maschile sembra essere più incline alla malsanità. 

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Iscriviti alla Newsletter

Tutti gli ultimi articoli e le novità di Apri la Mente direttamente nella tua casella di posta.

Commenti su: La donne vivono più a lungo?

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Psicologia
    Nonostante stiamo vivendo l’epoca d’oro delle connessioni e della comunicazione virtuale, la solitudine è un problema che non è stato debellato. Anche a te probabilmente capita di chattare con individui fisicamente lontanissimi: ciò ovviamente è un fattore positivo, ma delle persone fisicamente vicine cosa mi dici? Forse proprio la possibilità di comunicare con chi ci […]
    1. Psicologia
    Ti capiterà spesso nel corso della vita di sentire la mancanza di una persona che hai precedentemente allontanato: potrebbe capitare anche a distanza di anni, quando meno te lo aspetti, è normale. Probabilmente si tratterà di individui con cui hai condiviso una parte della tua vita: familiari, amici o addirittura partner. Questo rimpianto per come […]