Tutte le persone di successo praticano regolarmente la solitudine.
Hanno imparato ad usare il silenzio per calmare le loro menti e attingere ai loro poter inconsci per trovare le risposte ai loro dubbi e domande.

I tuoi sentimenti e le tue emozioni sono il punto di accesso ai poteri interiori della tua mente. Praticando la solitudine con regolarità riuscirai ad entrare in contatto con questi poteri straordinari.

La maggior parte delle persone non si è mai seduta in silenzio da sola per ascoltarsi e ritrovare la calma e il proprio equilibrio. Le persone sono troppo impegnate, anche in attività poco utili e sane, che ritengono strano e insolito sedersi, in silenzio e senza fare niente.

Ecco un metodo semplice per iniziare a praticare la solitudine.

Siediti in silenzio per almeno 30-60 minuti. 
Se è la prima volta ci vorranno almeno 20 minuti trovare la calma e smetterla di muoversi.
Dovrai forzarti nel stare seduto perché proverai un desiderio irresistibile di alzarti. Ma devi persistere.

La solitudine richiede che tu sia seduto, immobile, schiena e testa in posizione eretta e gli occhi aperti.

Per almeno 30 minuti dovrai rinunciare a sigarette, smartphone, musica, caramelle e così via. 30 minuti, un’ora ancora meglio, di completa solitudine. 

Rilassati completamente e respira profondamente. Lascia che la tua mente scorra senza freni. Dopo circa 20 minuti, inizierai a sentirti profondamente rilassato. Inizierai a sperimentare un flusso di energia che entra nella tua mente e nel tuo corpo.

Percepirai una grande sensazione di benessere. 

La cosa incredibile della pratica della solitudine è che se svolta correttamente funziona il 100% delle volte.

Il tuo compito è solo quello di rilassarti e iniziare ad ascoltare la tua voce interiore. Durante i periodi che dedicherai alla solitudine, le risposte alle difficoltà che affronti emergeranno chiaramente e proverai un forte senso di gratitudine e apprezzamento.

Quando emergi da questo periodo di quiete, devi fare esattamente ciò che ti è venuto in mente. Può comportare la gestione di una situazione umana. Può comportare l’avvio o la chiusura di qualcosa. Qualunque cosa sia, quando segui la guida interiore emersa durante la solitudine, si rivelerà esattamente la cosa giusta da fare. Tutto andrà bene. E di solito funzionerà molto meglio di quanto tu possa immaginare. 

Devi imparare a fidarti di te stesso. Devi sviluppare l’abitudine di ascoltare te stesso e quindi agire di conseguenza.

Ecco tre passaggi che puoi intraprendere immediatamente per mettere in pratica queste idee.

Innanzitutto, seleziona un orario e un luogo specifici per sederti in silenzio e allenarti per un’ora intera alla solitudine. Non rimandare.

In secondo luogo, prendi piccoli periodi di silenzio e solitudine durante il giorno, specialmente quando ti senti sopraffatto da problemi o responsabilità.

Terzo, agisci immediatamente sulle idee e le intuizioni che ricevi mentre sei in solitudine. Una buona idea può farti risparmiare mesi e anni di duro lavoro. La chiave è la fiducia.

© 2020 Apri la Mente – Tutti i diritti riservati

Commenti su: La magia della solitudine

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli

    1. Crescita Personale
    Durante la nostra vita faremo centinaia di incontri, alcuni saranno fugaci e ce ne dimenticheremo in fretta, altri, invece, diventeranno punti fermi e sempre presenti. Ci saranno poi delle conoscenze che diventeranno tra le più importanti della nostra esistenza e che, letteralmente, ce la cambieranno. Non sappiamo se vi sia già successa una cosa simile […]
    1. Crescita Personale
    Il sorriso è uno dei gesti più spontanei dell’essere umano: anche tu avrai notato che è impossibile trattenerlo. Quando ci succede qualcosa di bello, quando abbiamo di fianco una persona a cui vogliamo bene, sorridere è uno dei mezzi migliori per comunicare il nostro stato d’animo positivo. Questo gesto implica l’attivazione dei numerosi muscoli facciali […]