Tutti sentiamo la necessità di essere valorizzati dalle persone a cui vogliamo bene. Non è egoismo e nemmeno un capriccio superficiale, è un vero e proprio bisogno che ci fa sentire amati ed apprezzati, che ci fa capire che noi, per queste persone, esistiamo, che siamo qualcuno di fondamentale nelle loro vite.

Avete mai avvertito quella dolorosa, quanto desolante, sensazione di essere invisibili? Ci si sente soli pur avendo qualcuno a fianco e non parliamo solo del partner, ma anche di quelli che dovrebbero essere amici o, persino, la propria famiglia. Non si viene ascoltati, non si viene presi in considerazione ne visti. Si finisce in un vortice di carenza affettiva che porterà il malcapitato a sviluppare profonde insicurezze ed una bassissima autostima. Ci si troverà, dunque, in difficoltà nel proseguo di tutti i giorni.

Ci stiamo rivolgendo a degli adulti in questo articolo ma dovete sapere che sono molti i bambini che vivono un dramma del genere. Genitori che, magari, non li hanno mai voluti o che semplicemente sono cresciuti loro stessi in un ambito anaffettivo, non sono capaci di amarli e mostrare loro l’affetto che meritano. I piccoli in questione, non ricevendo l’affetto genitoriale, diventeranno ovviamente degli adulti disfunzionali e analfabeti emotivi, rischiando poi loro stessi di non essere capaci di dimostrare affetto. Ovviamente non è una legge scritta ma solo un’alta probabilità.

Come ci dobbiamo comportare quando non veniamo visti?

Partiamo con una piccola premessa, ognuno di noi è diverso e quindi reagisce alla vita in modo differente. Se stiamo vivendo una situazione di disagio con un’altra o più persone il nostro consiglio è sempre quello di discuterne, mettersi a tavolino e parlare di ciò che ci turba e di come ci sentiamo quando veniamo trattati in un certo modo. È possibile, in certi casi, che dall’altra parte ci sia una sorta di epifania e ci si renda effettivamente conto di quanto si sta facendo male a qualcuno, persino inconsapevolmente talvolta. A volte sono i troppi pensieri o, purtroppo, un po’ di egocentrismo a farci trattare gli altri nel modo sbagliato. 

E se, nonostante il dialogo, la situazione non cambia? Ebbene cari lettori, allontanatevi dalla sofferenza. Non abbiate paura di allontanarvi da chi non vi vede anche se vi guarda, da chi non vi sente anche se vi ascolta. Non abbiate paura di mettervi al primo posto ed amarvi come meritate. Se pensate di essere egoisti, non è così. Chi ci sta a fianco deve saperci supportare, ascoltare i nostri bisogni, i nostri sogni e paure. Gioire con noi quando siamo felici e offrirci una spalla su cui piangere quando siamo tristi. Portarci a sentirci soli, frustrati e poco amati, non solo è crudele ma è anche deleterio per il nostro futuro.

Andate via quindi, allontanatevi da certi individui e cercate chi davvero merita la vostra persona. Non sentitevi in colpa e ricordatevi che tutto ciò che di buono la vita può darvi, voi, ve la meritate. Amatevi cari amici, è questa la parola d’ordine.

Ti piacciono gli articoli di Apri la Mente Staff? Seguilo sui Social!
Commenti su: Non abbiate paura di perdere chi non vi vede anche se vi guarda

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Attach images - Only PNG, JPG, JPEG and GIF are supported.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    ultimi articoli